Il Parco insedia la giunta esecutiva. Si elegge il vice del presidente Pecorella

pecorella-parco-garganoNicola Pinto, Rocco Ruo, Franco Tavaglione, Damiano Totaro, Marco Lion, Francesco Riga, Pasquale Coccia e Massimo Monteleone tutti consiglie­ri dell’ente Parco Nazionale del Gar­gano, sono stati convocati stamattina dal presidente dell’area protetta Stefano Pecorella

L’appuntamento è fissato alle ore 11 presso gli uffici di via Sant’An­tonio Abate a Monte Sant’Angelo per la prima seduta del neo direttivo dell’ente. Sette gli accapi presenti all’ordine del giorno: dopo le comu­nicazioni del presidente e la ratifica delle deliberazioni presidenziali, so­no all’esame dell’assemblea: il Piano delle performance 2013-2015, con l’as­segnazione obiettivi operativi per l’anno 2015, determinazioni; il pro­gramma triennale delle opere pub­bliche 2015-2017; il bilancio di pre­visione 2015; l’elezione del vicepre­sidente dell’ente Parco; la nomina della giunta esecutiva dell’ente Par­co.

La convocazione della seduta di insediamento dell’organismo arriva ad un mese esatto o quasi dalla no­mina (23 aprile) dell’organismo av­venuta con decreto ministeriale. Fi­no ad un mese fa – come si ricorderà – al Parco Nazionale del Gargano su sei organi previsti dall’organigram­ma ne erano operativi solo quattro (presidente, collegio revisore dei conti, Comunità del Parco e OIV, or­ganismo indipendente di valutazio­ne), mentre gli altri due, vale a dire, consiglio direttivo e di conseguenza giunta esecutiva (perché nominata dal consiglio direttivo) erano fermi al palo, in attesa di notizie da Roma. Notizie giunte lo scorso mese di apri­le. Oggi – a distanza di poco più di un mese – questa lacuna si avvia ad essere colmata: il neo direttivo dopo l’insediamento in programma sta­mane è chiamato ad eleggere al pro­prio interno il vice di Pecorella e la giunta esecutiva (formata da due componenti più il presidente).

Per la gestione del Parco si apre in sostanza una nuova fase che vede, tutti gli organi effettivi a ranghi completi e ai loro posti, pronti ad operare per dare “nuova linfa” ad un territorio alla ricerca di nuovi orizzonti. Al neo direttivo viene richiesto un nuovo slancio programmatico per un’area protetta, la quale va sempre ricor­dato, risulta tra le più antropizzate d’Europa. Con l’insediamento del neo direttivo e la nomina in pro­gramma oggi della giunta si chiude una storia contraddistinta di ritardi da parte di Roma, che ha impiegato quasi un anno e mezzo per dotare l’ente Parco dei suoi organismi man­canti. Eppure la Comunità del Parco nel dicembre 2013 (deliberazione no­tificata a Roma in data 13 gennaio 2014) aveva ottemperato ai suoi com­piti in tempo utile (ovvero entro i 45 giorni dalla richiesta avanzata dal ministero datata 28 ottobre 2013) de­signando Franco Tavaglione sindaco di Peschici, Nicola Pinto sindaco di Rodi Garganico, Damiano Totaro de­legato del sindaco di Monte Sant’ An­gelo e Rocco Ruo in rappresentanza del Comune di Carpino, quali propri rappresentanti all’interno del Con­siglio direttivo dell’ente Parco.

2 commenti

  1. Michele Panella

    TANTI AUGURI AL NS SINDACO DOTT.NICOLA PINTO..!!!!..

  2. Carmine d'Anelli

    tra qualche giorno buone nuove!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici