Botti di Capodanno: i consigli per gli amici a 4 zampe

gattoOgni anno la notte di San Silvestro porta con sé vari feriti a causa dei cosiddetti ‘botti di Capodanno’. Purtroppo, tra le vittime vi sono anche coloro che farebbero volentieri a meno di questi assurdi spari senza alcun significato. È il caso degli animali: non dimentichiamo, infatti, che spesso i cani e i gatti, terrorizzati, scappano e si smarriscono, mentre quelli più paurosi o deboli di cuore perdono la vita, così come avviene nel caso dei passerotti. Come difendere, dunque, i nostri amici a 4 zampe dai botti di Capodanno? Alcuni consigli vengono forniti dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, nell’ambito della campagna contro i botti di Capodanno, caratterizzata dall’hashtag #buttaibotti.

Cosa fare con un cane che in genere vive all’aperto

  • Fatelo entrare in casa durante quella notte, facendolo stare in una stanza che conosce bene con oggetti a lui familiari.
  • Non tenetelo legato, perché nell’agitazione potrebbe farsi seriamente male.
  • Non tenetelo sul balcone, perché per la paura dei botti potrebbe lanciarsi giù nel tentativo di fuggire.
  • Se vive in un box esterno, assicuratevi che sia tutto chiuso per bene, onde evitare che, per l’angoscia, riesca a fuggire.
  • Durante i botti, state con lui e cercate di distrarlo facendolo giocare. Evitate invece di confortarlo e proteggerlo, perché gli fareste capire che la sua paura è fondata.
  • Lasciate del cibo a disposizione: se è spaventato non lo mangerà, ma lo aiuterà a sentirsi più confortato.

Cosa fare con un cane che resta solo a casa:

In questo caso, è fondamentale fare il possibile perché il vostro cane o gatto si senta al sicuro, quindi:

  • Lasciate luci accese, porte aperte e almeno due stanze a disposizione.
  • La sua cuccia deve essere facilmente raggiungibile, così come i suoi nascondigli e i suoi giochi.
  • Lasciate una ciotola d’acqua e del cibo.
  • State attenti a non lasciare in giro oggetti con cui il cane può ferirsi, scappando per l’angoscia.
  • Accendete radio o tv, per far sentire meno il rumore dei botti.

Cosa fare se si resta a casa con il proprio cane durante i botti:

  • Avvisate gli ospiti dell’importanza di lasciare gestire a voi la sua ansia, evitando di accarezzarlo troppo e quindi di confermare le sue paure.
  • Se ci sono bambini, dite loro di evitare di agitarlo giocandoci troppo insieme o facendolo correre.
  • Se si nasconde, evitate di tirarlo fuori con la forza e attendete che esca di sua spontanea volontà.
  • Non controllatelo troppo per non farlo sentire al centro dell’attenzione, e quindi anche del putiferio dei botti.
  • Se urina o defeca per la paura, non rimproveratelo.
  • Tenete balconi e porte chiuse, onde evitare che possa scavalcare cancelli o buttarsi dalla finestra per paura.

In ogni caso, sia per ciò che riguarda i cani che per quanto concerne i gatti, ricordate che il microchip, oltre ad essere obbligatorio per Fido, è fondamentale per un suo ritrovamento nel caso in cui, malauguratamente, dovesse fuggire e smarrirsi.

Ancora, nel caso di animali deboli o cardiopatici, parlate prima con il veterinario per gestire un buon piano terapeutico che prevenga qualsiasi problema serio dovuto alle forti paure per gli spari.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici