Abusi nel santuario di Padre Pio (video)

Matteo Viviani nel servizio realizzato per “Le Iene” si occupa della sconcertante storia di Anna e delle molestie che ha subito all’interno del Santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo nel quale ha lavorato per 13 anni. Una storia assurda fatta di mobbing, molestie sessuali, lavoro in nero e omertà.

10 commenti

  1. Maria Antonietta

    Che vergogna a casa di Padre Pio!

  2. Carmine d

    Padre Pio si starà rivoltando nella tomba!

  3. Gae Delli Carri

    Il mondo è sempre più cattivo…

  4. Teresa Mazzini

    Pio è morto. Gli altri si riconoscono dalle loro azioni. Non dategli più soldi: sono l’unica cosa che gli interessa.

  5. Lorenzo Vecera

    Nella visione cristiana il frate al pari di preti, vescovi etc etc dovrebbe fare voto di castita’ ed essere lontano da ricchezze e tentazioni terrene…….ora senza voler dare giudizi sull’onda emotiva generata da questo servizio mi chiedo solamente una cosa: perche’ cio’ abbia fine cosa deve accadere? una riforma ecclesiastica in cui si concede ai membri della chiesa di poter avere famiglia come avviene in altre chiese non sarebbe un primo passo verso una chiesa piu’ moderna? non ho conosciuto personalmente San Pio ma ne sono devoto, oltre cento case …..penso che le avrebbe utilizzate per alleviare il dolore dei meno fortunati.

  6. Da secoli la chiesa cattolica cerca di mettere a tacere chi dice la verità. Basta pensare a ciò che fece a Galileo Gallilei o a chi leggeva la bibbia nel medio evo. Oggi non ha perso il vizio. E finché avrà soldi e potere la musica sarà più o meno la stessa…

  7. Umbertodella Martora

    Se è vero, è uno schifo, un’offesa a Padre Pio che tanto ha fatto x il nostro territorio…..

  8. Povera Anna Verde, Forza e Coraggio, per fortuna nella Tua triste vicenda hai trovato Persone di cuore disposte ad Ascoltarti ed Aiutarti Benevolmente.
    Il resto lo conosciamo bene come funziona! Una cosa é certa, non potranno fare per sempre del male a persone che non rientrano nei loro ranghi di perversione.
    Non serve nessun comunicato stampa che possa screditare/discolpare o comunque capovolgere i Fatti.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici