Tozzi: «Troppo abusivismo sul Gargano. Forte rischio idrogeologico»

mario-tozziIl geologo e conduttore televisivo Mario Tozzi è stato uno dei tanti importanti ospiti della rassegna Expo Gargano, l’iniziativa del GAL Gargano per promuovere il territorio e le sue eccellenze 

Tozzi è stato a Peschici, uno dei luoghi maggiormente tartassati da madre natura negli ultimi anni: prima il fuoco, poi l’acqua con l’alluvione dello scorso 6 settembre. D’obbligo raccogliere una dichiarazione del bravo geologo di Margherita di Savoia. “Alla prima forte pioggia il Gargano si sgretola? Succede un po in tutta Italia perchè è cambiato il clima, sono cambiate le piogge;  oggi cade molta più acqua in molto meno tempo. Addirittura in un’ora piove la stessa quantità che di solito cade in un mese. Colpa solo della natura? Ma nemmeno per sogno. Il primo colpevole è l’uomo. Abbiamo costruito troppo e male, molto vicino ai corsi d’acqua. Ecco perchè anche il Gargano è a forte rischio idrogeologico. Che fare? Basta costruzioni abusive e legittime perchè anche queste se costruite in posti sbagliati hanno gli stessi effetti. Poi dai posti a rischio bisogna allontanarsi ed infine prestiamo grande attenzione alle allerta meteo, e in quel caso bisogna trovare rifugio in luoghi più sicuri”.

Tozzi è Primo Ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria) e si occupa dell’evoluzione geologica del Mediterraneo centro-orientale, studiando le deformazioni delle rocce per ricostruirne la storia nel passato più lontano. È autore, inoltre, di oltre 50 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane e internazionali, di oltre 50 comunicazioni a congressi nazionali e internazionali, di guide geologiche e di dispense per i corsi universitari. Dal 2006 al 2011 è stato Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano ed è membro del Consiglio Scientifico del WWF.

7 commenti

  1. Mimmo Masselli

    Facciamo un bel censimento delle strutture d abbattere una volta x tutte……

  2. Matteo Galullo

    Chi ha permesso questo scempio ambientale ????????

  3. allora ci sono un paio di punti che non riuscite a capire, se si costruisce abusivo e perche i comuni hanno piani regolatori ridicoli ,dove l’indice di edificabilita e pari allo 0,0001 mq cioe un autoclave in 1000 mq e di conseguenza chi vuole far sviluppare il proprio paese con l’incremento di altre unita immobiliari regolari si trova a far fronde alla solita risposta qui non si puo costruire perche siamo nel medioevo ,se vuoi fai abusivo ,senza sapere che ti viene per 5 volte di piu di una casa regolare allora perche penalizzare quelle povere persone quando siamo governati da caprari !!!!prova andare in comune e vedi se ti danno un autorizzazione all’interno del tuo paese dove nel resto dell’italia e possibile costruire e qui no , lavatevi la bocca prima di parlare e scendete in piazza contro questi sindaci caprari che stanno riducendo il gargano in fumero

  4. la confusione mentale non aiuta a comprendere il problema. Se non si conoscono i meccanismi di certe scelte, decisioni, o altro, caro mic, finisci per trovarti in guai assai seri.
    Fà conto di non aver capito o di non sapere niente… Te la passi meglio.
    Intanto però la gentaglia che ci governa, a parte che è sparita da Rodi, ma dovrà prima o poi gettare la spugna. E sarà allora una grande festa, una liberazione per i rodiani dal dominio di esseri immondi, irresponsabili e che dovrebbero essere espulsi da Rodi. Spero che la prossima amministrazione provveda in tal senso.

  5. A volte è meglio non sapere quello che si vuol sapere perché sapere troppo finisce per non saper nulla…

  6. Santa Picazio

    Bisognava sentirselo dire da Tozzi che l’abusivismo…ecc ecc?

  7. Michele Biscotti

    Tozzi non sa un cavolo di Peschici e del perche’ dell’alluvione,chiaro che l’abusivismo non va bene ,ma l’alluvione ce stata perche’ i canali di scolo costruiti appositamente per portare l’acqua piovana che arriva dalla foresta Umbra , erano completamente pieni di ghiaia e di vegetazione che hanno impedito lo scorrimento delle acque.Il Gargano si sgretola?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici