Guida Blu 2015: “Sul Gargano si fa poca politica ambientale”

guida_blu_2015“Per ottenere le cinque vele di Legambiente e del Touring Club Italiano non bastano mare cristallino e spiagge pulite, occorre ben altro, ad iniziare da una buona politica ambientale e della sostenibilità”. Lo ha detto il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini, rispondendo a chi gli ha chiesto come mai il Gargano non ha piazzato nessuna località tra le prime dieci località costiere nella Guida Blu 2015.

“Tuttavia – ha aggiunto Tarantini – nella nostra speciale graduatoria ci sono diverse città del Gargano, come Peschici, Vieste, Ischitella, Rodi. Non hanno ricevuto le cinque vele, ma sono state comunque segnalate. Per ottenere il massimo dei voti, i sindaci garganici devono cambiare strategia, devono sviluppare di più le politiche ambientali, devono fare più raccolta differenziata, più mobilità lenta. Purtroppo tutto questo ad oggi non si fa o non è sufficiente per garantire i requisiti giusti per entrare in classifica. Nel Salento si fa di più, in diversi centri hanno introdotto le navette elettriche, la raccolta differenziata è al top. Mi auspico che anche sul Gargano si lavori per raggiungere questi obiettivi”.

Intanto Legambiente ha ufficializzato le date dell’arrivo di Goletta Verde in Capitanata: dal 7 al 9 luglio il veliero che si occupa di analisi delle acque marine sarà tra le Isole Tremiti e Peschici dove si terrà un convegno e una conferenza stampa.

1 Commento

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici