Provinciali, il PD presenta la lista

segreteria-provincia-pdÈ stata presentata questa mattina la lista dei dodici candidati del Partito Democratico alle elezioni provinciali del prossimo 12 ottobre. Spicca la presenza di quattro donne, pari al 30%, e di altrettanti 30enni.

I candidati sono Iaia Calvio, consigliere comunale Orta Nova e vice segretario provinciale, Antonietta Capozzo, consigliere comunale Troia, Saverio Cassitti, capogruppo Partito Socialista Foggia, Michelina Costa, consigliere comunale Stornarella, Savino Danaro, sindaco Ascoli Satriano, Antonietta De Mutiis, consigliere comunale Volturino, Emilio Di Pumpo, capogruppo Torremaggiore, Luigi Giurato, consigliere comunale Cerignola, Francesco La Torre, capogruppo Manfredonia e componente della segreteria provinciale, Generoso Rignanese, consigliere comunale Monte Sant’Angelo e componente della segreteria provinciale, Pasquale Russo, consigliere comunale Foggia e Paolo Soccio, consigliere comunale e segretario cittadino di San Marco in Lamis.

Così il segretario provinciale, Raffaele Piemontese: “Il nostro candidato presidente Francesco Miglio può contare su una lista assai competitiva composta con l’obiettivo di offrire rappresentanza a tutte le aree geografiche della Capitanata. Abbiamo chiesto ed ottenuto l’impegno delle donne elette nei Consigli comunali, per ribadire la volontà di valorizzare il loro apporto all’elaborazione politica e al governo del territorio, e di alcuni componenti della segreteria provinciale, per incrementare l’autorevolezza della lista.

L’età media di 44 anni garantisce, inoltre, il giusto equilibrio tra esperienza e rinnovamento, offrendo rappresentanza ai giovani elettori e militanti del Partito Democratico. Il Consiglio provinciale sarà rinnovato con un sistema elettorale ‘sperimentale’ particolarmente farraginoso sotto il profilo degli adempimenti burocratici, circostanza che ha finora soffocato il dibattito sugli obiettivi programmatici.

Di qui al 12 ottobre dovremo impegnarci a rendere espliciti i capisaldi dell’azione di governo di Francesco Miglio e della sua coalizione in caso di vittoria con l’obiettivo di convincere il maggior numero dei consiglieri comunali a partecipare all’ampia maggioranza che dovrà ricostruire il protagonismo istituzionale della Provincia di Foggia”.

3 commenti

  1. Michele Cilfone

    Ma non erano state abolite le province?

  2. Rodi Garganico

    Non sono state abolite ma “svuotate”. Il presidente sarà scelto da primi cittadini e consiglieri comunali, con elezioni di secondo livello, tra i sindaci della Provincia, il cui mandato scadrà non prima di diciotto mesi dalla data di svolgimento delle elezioni. Il consiglio Provinciale verrà eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali che costituiscono elettorato sia attivo sia passivo. Questo perché la Corte Costituzionale a luglio 2013 ha dichiarato incostituzionali le disposizioni sulle Province, evidenziando come la decretazione d’urgenza non può essere lo strumento normativo utilizzabile per una riforma organica e di sistema.

  3. Michele Cilfone

    Grazie, mi hai risolto un grosso dubbio.

    Michele Cilfone

    Another world is possible

    Il giorno 22 settembre 2014 23:30, Rodi Garganico <

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici