Primarie Puglia, vince Emiliano

michele-emilianoMalgrado le fibrillazioni e le liti della vigilia, si sono concluse senza sorprese la primarie del centrosinistra pugliese: è Michele Emiliano, magistrato, ex sindaco di Bari e segretario regionale del Pd, il candidato della coalizione per la successione a Nichi Vendola nella guida della Regione. Con percentuali che (ad un terzo dei voti scrutinati) superano il 67%, Emiliano ha staccato di gran lunga i suoi avversari.

Dario Stefano, ex assessore regionale e senatore sostenuto da Sel, si attesta sul 22,5%, mentre l’assessore regionale alla legalità, Guglielmo Minervini anche lui del Pd, si è fermato al 10,5% Molto alta l’affluenza alle urne che ha toccato i 100.000 votanti. Decisamente al di sopra delle prudenziali previsioni di 60-80mila fatte qualche giorno fa dagli organizzatori dopo l’alta astensione alle regionali in Emilia Romagna e in Calabria. Nelle prime primarie celebrate in Puglia per le regionali del 2005, quando Vendola si affermò a sorpresa sul candidato favorito, Francesco Boccia, votarono 78.000 persone. Cinque anni dopo, quando si replicò la stessa sfida tra i due candidati e Vendola sconfisse nuovamente Boccia, ci fu una mobilitazione sorprendente e a votare furono 192.000 pugliesi.

Il successo di partecipazione di oggi fino a ieri mattina era stato messo in forse dallo scontro consumatosi tra Emiliano, che qualche giorno prima aveva annunciato in solitaria un’alleanza con l’Udc e gli altri candidati ma soprattutto con Vendola che, dopo un vertice di maggioranza convocato ad horas, venerdì sera aveva annunciato il disimpegno di Sel dai gazebo. Ieri mattina è stato un altro vertice tra i partiti della coalizione a sancire la pace, o almeno una tregua che ha consentito oggi di celebrare in tranquillità la consultazione. Emiliano non ha al momento un antagonista certo perchè il centrodestra non ha ancora ufficializzato la propria scelta. Naufragata ormai l’ipotesi di primarie, per la coalizione ci sono in campo l’autocandidatura del presidente della Provincia, Francesco Schittulli, che sembrerebbe il favorito, e quella del vicepresidente del Consiglio regionale Nino Marmo (Fi). Alle primarie hanno contribuito oltre 2.000 volontari che hanno garantito l’apertura di 290 seggi allestiti nei 258 comuni pugliesi. (ANSA)

8 commenti

  1. Archer Aderffy

    LE COZZE RIPIENE A MANFREDONIA SONO UN PIATTO PRELIBATO, CON IL SUGO E POI LA ZUPPETTA

  2. Carmine d

    Se le primarie del PD sono come quelle che si sono svolte a Rodi, allora vuol dire che Scittulli vince al primo turno!

  3. Michele Panella

    A QUESTO PUNTO EMILIANO DOPO NICHI VENDOLA SARA’CERTAMENTE IL NUOVO GOVERNATORE DELLA REGIONE PUGLIA..!!!!!…IL SINDACO DI TUTTA LA PUGLIA SAREBBE BELLO CON VICE SINDACO DARIO STEFANO..!!!!!…IL PD IL CENTROSINISTRA SEMPRE UNITO ALLE REGIONALI 2015 CON SINDACO E VICE SEMPRE VICINO ALLA POVERA GENTE AI LAVORATORI A CHI E’ IN DIFFICOLTA’ ..!!!!!!…IO PURTROPPO HO AVUTO UN SINDACO AREA PDL E UN VICE CHE HANNO CALPESTATO INSIEME LA MIA DIGNITA’IL MIO DIRITTO AL LAVORO..!!!!!..

  4. Luigi Russo

    Chi di speranze vive…

  5. Michele Panella

    LA SPERANZA E’ SEMPRE ULTIMA A MORIRE..!!!!!!

  6. Luigi Russo

    Il problema è quando si tratta di FALSE speranze.

  7. Luigi Russo

    E il problema non è tanto chi le alimenta (perchè di venditori di fumo il mondo ne è sempre stato pieno) ma chi nonostante l’evidenza dei fatti e la crudezza di una realtà indiscutibile, continua a crederci a certe favole.

  8. Michele Panella

    MA BISOGNA SEMPRE SPERARE..!!!!!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici