Renzi: «Il Gargano non è chiuso per lutto ma aperto ai turisti»

renzi-peschici-4“Il Gargano non è chiuso per lutto, è aperto ai turisti ed è nelle condizioni di essere quel capolavoro di bellezza che è”. Lo dice il premier Renzi a Peschici. Il presidente del Consiglio rivolge poi un grazie alla Protezione civile e a chi ha prestato soccorso nell’immediato: “Questo è un elemento di forza straordinario”. “Credo che per una popolazione sia fondamentale saper ripartire con lo stimolo e lo slancio che sicuramente il governo ci mette. In settimana attendiamo la conclusione della procedura, il governo farà la sua parte com’è doveroso. Noi ci mettiamo la tenacia e la determinazione perchè sui punti oggetto di discussione si possa procedere”.

Lo afferma il premier Matteo Renzi a Peschici incontrando le popolazioni colpite dall’alluvione. “La lotta contro il dissesto idrogeologico dev’essere la prima da fare. I miliardi ci sono ma dobbiamo combattere contro cause storiche. Noi sul dissesto lavoreremo sempre di più con presidenti delle Regioni ma è chiaro che questo deve accompagnarsi con la gestione nell’immediato”. Lo ha detto il premier Matteo Renzi a Peschici (Foggia) con i sindaci del Gargano, nell’incontro sul maltempo che ha devastato l’area. Renzi ha quindi ringraziato la protezione civile e ha menzionato il presidente della Puglia, Nichi Vendola. “In settimana attendiamo la chiusura delle procedura per la proclamazione dello stato di emergenza” in Gargano.

Il presidente del Consiglio dei ministri ha promesso che sceglierà il Gargano quale meta delle prossime vacanze estive. Un segnale, il suo, che ha il sapore della ripresa, della rivincita e del coraggio. Un segnale che coincide con la notizia sulla richiesta della proclamazione dello stato di emergenza, la cui procedura – secondo Renzi – dovrebbe chiudersi agli inizi della prossima settimana. “Lo Stato c’è, ma voi fate politica con la “P” maiuscola”.

12 commenti

  1. Mario D

    “…il governo farà la sua parte come è doveroso…”. Cari amici (anzi, fratelli) garganici. Non facciamoci abbindolare. Se Renzi provvederà con aiuti veri e concreti, venisse a fare le proprie vacanze nel gargano ogni anno; sarà il benvenuto e saremo onorati d’averlo. Ma se farà come Berlusconi che dopo l’incendio non si è fatto più vedere e sentire ma con le sue chiacchiere ha preso i voti di Peschici a furor di popolo, un calcio in culo e non si facesse vedere nel gargano neanche per sogno. E mi raccomando al barista: se per caso si facesse vedere, nel caffè mettigli il sale (quanto meno). Poi valga la seguente formula: se alle chiacchiere seguono fatti concreti, votiamo pure a furor di popolo; altrimenti non facciamoci prendere in giro e fare la figura del cornuto e mazziato.

  2. Silvia Zini

    Vista la situazione e l’entita’del disastro mi sembra un po’fuor dal mondo la dichiarazione del mio concittadino. Il Gargano deve ricostruirsi prima di ripensare al turismo siamo realisti!!!!! E le strutture distrutte???? Io una settimana fa’ero all’hotel tramonto !!!!!!! L’ha distrutto la piena!!!!! Secondo lui potrebbe riaprire adesso!!!!! Ma via!!!!

  3. Michela Colafrancesco

    da un lato hai ragione Silvia…però c’è da dire che il gargano è composto da tante zone e non tutte sono in fase di distruzione. Prendiamo ad esempio Rodi: dalla zona porto al Tramonto effettivamente come dici tu ci vorrebbe un’accurata sistemata, anche se la gran parte dei lidi sono già operativi…però ad esempio la Spiaggia di Ponente non ha avuto danni, l’acqua è tornata limpida, la spiaggia non è fangosa…quindi potrebbe essere tranquillamente frequentata per gli amanti del mare settembrino. Guarda ci sono stata io di persona, queste foto risalgono a tre giorni fa https://www.facebook.com/laclassenoneacquaestile/media_set?set=a.1545427905674094.1073741918.100006206978757&type=3

  4. Michela Colafrancesco

    certo le zone danneggiate richiedono il tempo che ci vuole…però ci sono tanti e tantissimi posti che posson esser tranquillamente frequentati e le persone che comunque vorrebbero venire da queste parti dovrebbero esser informate che comunque il Gargano non è morto. Comunque concordo con te quando dici che le cose bisogna sistemarle, non vorrei che il Premier si fosse buttato avanti per evitare fondi….il tempo ci darà le sue risposte. Buona giornata :)

  5. Silvia Zini

    Io spero solo che tutto torni piu’bello di prima! E faccio tanti auguri al mio hotel tramonto!!!!! Era un posto cosi’bello!peccato……

  6. Michela Colafrancesco

    verissimo Silvia!! :) :) :) Stacco buona giornata :)

  7. Giuseppe Ventrella

    Poco fa il senatore Crimi m5s ,accompagnato dal gruppo di vico del Gargano del m5s , è stato a Rodi garganico per prendere visione della situazione e per parlare con gli imprenditori locali che hanno subito maggiori danni

  8. Maria Maggiano Di Fazio

    Dall’anno prossimo sarà “nostro” ospite…..(così ha detto)

  9. Giuseppe Ventrella

    Dopo Rodi garganico, Vito crimi senatore m5s ha fatto visita alle attività e abitazioni della piana di Peschici. Vi lascio immaginare … Però la gente era motivatissima a ricominciare una fase nuova anche dopo il disastro…forza Gargano e grazie Vito Crimi

  10. Maria Carbone

    michela ma cosa dici vedi che da rocco il poeta se portato tutto non ha piu niente hai visto bene

  11. Michela Colafrancesco

    nella zona del Pantanid si Maria. Ma Sotto la Costa come vedi dalle foto è agibile…la sabbia non è fangosa, l’acqua non è marrone. Io mi riferisco alla zona di Lido Ponente e Sabbia d’oro. se sei qui vai a dare un’occhiata.Da Rocco in su il discorso cambia anche se i danni sono minori..la Baia Santa Barbara è già agibile…il Pantanid….si può dire che è stato devastato :(
    Mi riferisco a queste zone…queste foto le ho scattate il 10 settembre :) qui ci vuole solo una pulita alla spiaggia
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1545428022340749&set=a.1545427905674094.1073741918.100006206978757&type=1&theater

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici