Pecorella dal Ministro Lupi per il Gino Lisa e Porto Alti Fondali

pista_gino-lisaIl Presidente del Parco Nazionale del Gargano, l’Avv. Stefano Pecorella, ha incontrato ieri a Roma, il Ministro delle Infrastrutture, l’On Maurizio Lupi, da cui ha ottenuto l’impegno ad una maggiore ed attenta considerazione delle prospettive dello scalo Gino Lisa di Foggia e del Porto di Manfredonia. Il Ministro Lupi ha ricevuto una delegazione dalla provincia, composta dal Presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca, dall’Assessore all’urbanistica del Comune di Foggia, Augusto Marasco, dal Vice Presidente di Promodaunia, Francesco D’Emilio, dal Commissario dell’Autorità Portuale di Manfredonia, Gaetano Falcone, e dal rappresentante della Lotras, Armando De Girolamo, in rappresentanza per il sistema del trasporto su rotaie.Tema dell’incontro i nodi cruciali per lo sviluppo della Capitanta.

“Provo grande soddisfazione per l’esito del vertice di Roma – dichiara il Presidente Pecorella. Il Ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi si è impegnato ad accelerare l’iter della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale che bloccava l’allungamento della pista dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia. Al tempo stesso, il Parco del Gargano, la Camera di Commercio e gli enti territoriali assieme al sistema delle imprese, dovranno preparare un piano industriale per dimostrare le concrete potenzialità dello scalo aeroportuale che raccoglie, oltre il territorio della Provincia di Foggia, anche un bacino più ampio delle province limitrofe. E’ necessaria la coesione di tutti gli attori istituzionali, compresa la Regione Puglia, per affrontare le criticità di un sistema di trasporti che ha relegato la nostra provincia in posizioni che non si merita e mortifica chi vuole produrre reddito ed occupazione.

In questo modo – aggiunge Pecorella – saremo in grado di includere l’aeroporto di Foggia Gino Lisa nel Piano Nazionale dei trasporti che sarà discusso nei prossimi mesi e consentire il potenziamento del Porto di Manfredonia. L’aeroporto ed il porto sono assi di sviluppo dei flussi turistici e rimangono una priorità, poiché strategici per il sistema Gargano. – conclude il Presidente. Il Parco sta già lavorando, con grandi risultati, per il potenziamento dell’offerta culturale e turistica. Solo per citare alcuni degli ultimi progetti del nuovo corso che sto dando alla strategia dell’Ente Parco: il SAC Gargano, il Calendario di Eventi unico del Gargano, la riqualificazione dei servizi di accoglienza sulle Isole Tremiti, il Distretto della Musica e dell’Artigianato Artistico, il piano di gestione del sistema museale dell’area protetta. Il Parco Nazionale del Gargano vuole giocare un ruolo decisivo per il rilancio del territorio e noi siamo già pronti a dare una risposta concreta al Ministro. Personalmente mi impegnerò a partecipare alla task force che proporremo di costituire tra tutti coloro che, istituzioni, enti locali, regione ed imprese, vorranno partecipare ed essere determinanti per la condivisione di un piano strategico da presentare al Governo”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici