Il Parco del Gargano esempio di trasparenza

Stefano-PecorellaIl Parco Nazionale del Gargano mette a segno un nuovo primato nazionale. L’Ente guidato dal Presidente Stefano Pecorella è al primo posto nella classifica degli enti pubblici per la trasparenza e la qualità delle informazioni on line e i servizi digitali, aggiudicandosi il massimo dei voti (100% con 66 indicatori tecnici su 66 pienamente soddisfatti).

La “Bussola della Trasparenza”, questo il nome dello strumento realizzato dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione, per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, fornisce alle stesse amministrazioni, ma soprattutto ai cittadini, uno strumento di analisi e di monitoraggio dei siti Internet. Lo scopo è quello dare input per il continuo miglioramento della qualità delle informazioni in rete.

“Con orgoglio celebriamo un altro grande successo per il nostro Parco – dichiara il Presidente Pecorella -. La valutazione espressa dalla “Bussola della Trasparenza” che ci pone al 1° posto in Italia per trasparenza, consultazione e contenuti del nostro sito internet, è motivo di grande soddisfazione per me e per gli uffici dell’Ente. E’, inoltre, la conferma che il percorso intrapreso circa tre anni fa è quello giusto. Il portale istituzionale del Parco – aggiunge il Presidente – oltre ad informare correttamente i cittadini sulle iniziative e le peculiarità del Parco, con la pubblicazione degli atti di governo e le news, è un libro aperto sull’attività dell’ente, è come una casa di cristallo in cui è possibile consultare anche i curricula e gli stipendi di dirigenti e collaboratori. E’ un atto di responsabilità e correttezza che ho fortemente voluto per mostrare ai cittadini che non abbiamo nulla da nascondere. Ciò che abbiamo realizzato va ben oltre l’adempimento di una norma di legge. Gli ottimi risultati sul piano dei servizi digitali si aggiungono, poi, ai successi dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico, alle sempre affollate giornate di incontro con i cittadini, fino alla nomina del responsabile anti corruzione. Abbiamo in cantiere molti progetti per il miglioramento e l’ampliamento dei servizi sul sito, – conclude Pecorella – come la predisposizione di una nuova avveniristica piattaforma e l’integrazione del sistema di rete museale, la messa in rete del patrimonio archeologico-naturalistico e di produzioni tipiche che attiveremo con il SAC Gargano, fino all’applicazione per smartphone e tablet che avranno contenuti utili ai cittadini e turisti in visita sul nostro territorio. Siamo pronti a proiettare il Parco nello scenario internazionale e a far apprezzare il nostro territorio ovunque nel mondo. Il percorso di valorizzazione dell’area è lungo e complesso, ma lo abbiamo avviato e prevediamo che i progetti potranno dare risultati nel medio periodo. Ma saranno anche questi progetti a fare la differenza e a segnare il rilancio del territorio”.

3 commenti

  1. Gervasius Dé Statuis

    A proposito di trasparenza e il Piano Parco che fine ha fatto? Il resto sono chiacchiere di cui non abbiamo bisogno, finalizzate a nascondere un mandato a dir poco fallimentare.

  2. Gervasius Dé Statuis

    C’e’ l’opzione ”mi piace vedere l’ebete rincorso da un branco di lupi affamati del PNG”?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici