Gargano: riparte il «treno della notte»

Ferrovie del GarganoDopo la tradizionale conferenza di presentazione, prende il via il treno della notte garganica riproposto anche quest’anno da Ferrovie del Gargano. Un viaggio in treno attraverso i binari del promontorio con quel treno Flirt divenuto una peculiarità di Fdg. Ospite d’onore e passeggero d’eccezione il sindaco di Bari Michele Emiliano, seguito da tutti i sindaci del Gargano. L’occasione sarà anche quella per dare uno sguardo e approfondire i temi della sicurezza, argomento forte di una azienda, quella di Scarcia, che si ispira a nuovi criteri di garanzia per l’utenza e anche appunto di sicurezza. Ma Ferrovie del Gargano da un decennio a questa parte ha rivolto con attenzione lo sguardo verso tutte quelle esperienze che avrebbero potuto suggerire soluzioni innovative fortemente motivati dalla la necessità di essere ancora più vicini alla nostra gente, ai nostri ospiti e alle esigenze del nostro territorio anche in chiave turistica. Da questo ha tratto origine la decisone di rinnovare completamente il parco dei rotabili ed in particolare la scelta di puntare sui treni FLIRT che rappresentano la soluzione più avanzata al mondo in termini di veicoli ferroviari atti a garantire confort e sicurezza oltre che affidabilità.

“L’acquisto di sette convogli di questo tipo ci ha permesso di attuare in via del tutto sperimentale il “Treno della notte garganica” che di successo in successo, nelle quattro stagioni estive che si sono succedute sin qua, con lo slogan “Salta la coda” ha fatto parlare di se per il gran servigio reso al territorio in termini di abbattimento del traffico stradale notturno e dell’inevitabile corollario di rumore, code, nervosismo e, nei casi più gravi, incidenti. Dopo aver garantito in un contesto di mobilità lenta il trasporto nelle varie mete di oltre centocinquanta mila turisti nelle stagioni precedenti, oggi il “treno della notte garganica” consolida la sua presenza lasciandosi la fase sperimentale alle spalle e diventando a tutti gli effetti un servizio consolidato nel ruolo e negli obiettivi tesi a valorizzare il più possibile la nostra terra. Siamo sui binari giusti e siamo riconoscenti alle istituzioni che hanno compreso e stanno sostenendo il nostro proposito. Serve ancora un ulteriore passo per stimolare la ristrutturazione del “sistema vacanze” garganico lungo la costa settentrionale in grado di competere su ogni fronte con l’industria delle vacanze che in varie regioni del mondo, in Italia, anche qui in altri tratti del litorale adriatico esprime un potenziale attrattivo largamente più generoso del nostro. Gli operatori del nostro territorio hanno nel sistema “Ferrovie del Gargano” un elemento di mobilità innovativa che non può passare inosservato e che può ulteriormente esprimere potenzialità sin qui latenti. Da Ferrovie del Gargano un monito anche agli organi di informazione: “aiutateci a veicolare questi sforzi rendendoli comprensibili alle persone come nessuno meglio di voi sa fare. Stampa e TV ci sostengano nel promuovere questo progetto anche con reportage che ospiteremo con onore e gioia”, dice Giannetta. E aggiunge: “Muoviamoci tutti insieme verso il futuro della nostra gente e della nostra terra forti di un presente prodigo di esperienze ma con la convinzione che non possiamo fermarci a lungo sulle magnificenze espresse e nutrirci di nostalgiche cantilene: i nostri figli devono volgere lo sguardo avanti con fiducia ed a noi corre l’obbligo di assecondarne questa aspirazione”.

7 commenti

  1. Di Fazio Claudio Domenico

    …ma quanti c..zo di treni della notte partono…visto le tante medesime notifiche…

  2. Kronos IL Tempo

    Per motivi strettamente di sicurezza e per la circolazione dei treni, pare che il sindaco Pinto, considerato il grande amore che nutre da un po’ di tempo a questa parte per le Ferrovie del Gargano, si sia molto raccomandato ai vertici aziendali affinché i treni suonino in modo deciso e con grande intensità specialmente in prossimità dell’Hotel Riviera, e delle strutture ricettive denominate “Tramonto e Villa a Mare” E’ vero che gli ospiti forse non dormiranno, ma, la sicurezza è davvero garantita. Bravo al sindaco!

  3. Giuliana Cecchini

    Quando comincia il treno notturno?

  4. Antonio Russo

    MA SE SONO VUOTI SIA DI GIORNO CHE DI NOTTE MI SPIEGATE A COSA SERVONO?

  5. Filippo Forti

    E dove sono gli orari…le informazioni?!!

  6. Forse il sig. Russo non ha mai usufruito dei treni, non e vero che la notte, mi correggo dal tramondo all’alba i treni sono vuoti, basta vedere le statistiche, in fatti quest’anno si e potenziato con altri treni etr300 da circa 350 posti. Invito il sig. Russo a viaggiare la sera cosi potra verificare di persona quando ho scritto, un saluto ciao!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici