Dietro front, da Foggia non si vola più

Aeroporto Gino Lisa di FoggiaDall’aeroporto «Gino Lisa» lunedì mattina non si alzerà nessun aereo in direzione Milano. I voli dovrebbero partire il 3 novembre ma, a questo punto, il condizionale è d’obbligo. Dopo che Aeroporti di Puglia aveva risolto tutti i problemi relativi agli orari di funzionamento dello scalo, l’assistenza ai passeggeri, il servizio antincendio e quello di rifornimento carburante, è stata la società di brokeraggio Blue Wings Air a far sapere nell’antivigilia dell’inaugurazione del servizio che i collegamenti al momento non ci saranno. Tutto rinviato di una settimana.

Secondo quanto dichiarato dall’amministratore Nicola Zifaro «non c’è stata alcuna comunicazione ufficiale relativa ai nuovi orari di funzionamento dello scalo. Lunedì saremo in aeroporto per verificare che tutti i servizi concordati vengano attivati. Noi siamo pronti a partire entro una settimana». Eppure, Aeroporti di Puglia, nel comunicato diffuso venerdì, sottolineava che i cambiamenti operati erano stati formalizzati nel provvedimento aeronautico, Notam e che sarebbero stati in vigori dal 27 ottobre, ovvero da lunedì che è la data di attivazione dei voli della Blue Wings Air, fino al 22 gennaio 2015; assicurando la prorogabilità del provvedimento. La vicenda, tanto per non cambiare, si tinge di giallo.

9 commenti

  1. Alessandro Mastrodomenico

    …e la pagliacciata continua !!!

  2. Filippo Trifiletti

    che barzelletta, che schifo!!

  3. Agata Ruotolo

    …..E GIA’ SI SAPEVA……VATTIN VA…..

  4. Archer Aderffy

    dal gino lisa massimo volano solo li’ piccion

  5. Archer Aderffy

    ma che compagnia aerea e’ quella? ma non esiste su internet

  6. Mario D

    E’ arrivato il 27 ottobre. Al Gino Lisa volano solo le chiacchiere. Ma non finisce qui; fin da subito inizierà la solita cantilena di politici, dei prossimi candidati regionali, giornalisti embedded e compagnia bella. Ad esempio, VENDOLA: i diritti sacrosanti dei pugliesi sono la nostra stella polare, sono diritti innati che noi che rappresentiamo i valori della vera sinistra difenderemo sempre e bla bla bla… Il “nuovo” candidato alle prox regionali, SCHITTULLI: è nostra intenzione lottare per sconfiggere il 100% delle anomalie presenti sul nostro territorio e quella del Gino Lisa è una delle più gravi a cui dare la nostra priorità appena sarò il nuovo presidente della Puglia. E via discorrendo.

  7. Carmine d

    Al posto di criticare, che ritengo un sacrosanto diritto, perchè non proponete le vostre idee? Per costruire bisogna essere capaci! Distruggere è tipico di chi vive di nulla!

  8. Alessandro Mastrodomenico

    Ci troviamo contro un muro d’acciao ed è difficile combattere…I motivi? Li conoscono tutti…Andare a bari con i pulmann ed essere snobbati (non si è fatto trovare nessun interlocutore…) non serve…Ho suggerito un’azione eclatante:tutti i sindaci del territorio,con la fascia, incatenati davanti al Gino Lisa,per giorni interi,e tutti i sostenitaori con i cartelli a fare da cornice…Così tutti ne dovono parlare e devono riportare i VERI ostacoli al decollo del Gino Lisa…Poi vediamo come si giustifica Vendola .E’ davvero vergognoso:la prov. di Brindisi con due aeroporti e foggia che piange…

  9. Mario D

    Criticare non solo è un sacrosanto diritto, ma è anche tipico di chi non vive di nulla e si auspica invece di vedere una realtà migliore. E poi c’è un paradosso: criticare chi critica è criticare a doppio. Nel merito del discorso, dovreste spiegarci come può un cittadino “costruire”? Non mi pare che esista un DIRITTO del cittadino per cui può imporre a qualche pubblica amministrazione o a qualsiasi organismo di far volare gli aerei a Foggia o di imporre una costruzione di una fontana nella piazza del mio quartiere. I fatti sono i fatti e non possono essere disfatti e la realtà è quella che è.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici