Tangenti consorzi turistici, condannato funzionario della Regione Puglia

 

soldi-corruzioneLa seconda sezione penale del Tribunale di Bari ha condannato a sei anni di reclusione Francesco De Grandi, funzionario della Regione Puglia, di Cassano delle Murge (Bari), e alla pena di quattro anni di reclusione e 1.500 euro di multa suo figlio, Vito De Grandi.

Il padre, imputato per il reato di concussione, era accusato di aver intascato 770 mila euro, tra il 2006 e il 2008, sotto forma di tangenti per facilitare le pratiche di alcuni consorzi turistici che volevano accedere ai finanziamenti regionali. Per lui il pm della Procura di Bari che ha coordinato le indagini, Francesco Bretone, aveva chiesto la condanna a cinque anni. Il Tribunale ha anche disposto la confisca di beni per 625 mila euro. Vito De Grandi, imputato per reimpiego di denaro provento di attività illecita, avrebbe incassato parte di quei soldi, 324mila euro (disposta la confisca), versandoli sui conti correnti bancari intestati all’oleificio di cui è titolare. Per lui la Procura aveva chiesto la condanna a due anni e otto mesi di reclusione.

Ad incastrare il funzionario sono state le dichiarazioni di due imprenditori baresi, Roberto Walter Sisto e Francesco Morrone, entrambi parte civile nel processo insieme con la Regione Puglia, nei confronti dei quali è stato riconosciuto il risarcimento danni da liquidarsi in sede civile. Nell’ambito di questa vicenda Francesco De Grandi era stato arrestato nel giugno 2010; condanne e confische non sono esecutive nè definitive. Il difensore degli imputati, l’avvocato Tommaso Barile, ha sottolineato “l’entità delle pene e le confische superiori alle contestazioni. Aspetteremo le motivazioni – ha dichiarato – e poi impugneremo”.

5 commenti

  1. Giulio D

    magari farà appello e verrà assolto!! Povera Italia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici