Reati ambientali, 4 denunce nel Gargano

corpo-forestale-statoNell’ambito di apposite operazioni di polizia giudiziaria finalizzate alla prevenzione e alla repressione dei reati ambientali, i Comandi Stazione di Cagnano Varano e Umbra alle dipendenze del Coordinamento Territoriale di Mone Sant’Angelo, in diverse distinte operazioni, hanno deferito a piede libero all’Autorità Giudiziaria quattro persone in violazione ai reati inerenti l’illecito servizio dell’attività venatoria. Nella località “Giovannicchio”, in agro del Comune di Vico del Gargano, due soggetti venivano sorpresi a trasportare armi e munizioni in un’area preclusa dalle Autorità competenti e pertanto venivano deferiti a piede libero all’Autorità Giudiziaria per il reato di introduzione di armi ed esplosivi in area protetta sequestrati due fucili semiautomatici e numerose cartucce al piombo spezzato.

In Località “Iazzo Ciuffreda” agro di Vico del Gargano un uomo originario dei luoghi veniva denunciato per esercizio venatorio in area protetta e introduzione di armi e munizioni, nella circostanza veniva sequestrato penalmente un fucile calibro 12 e relativo munizionamento.

In Località “Cerritello” agro di Carpino gli Agenti Forestali hanno proceduto al sequestro probatorio di un fucile semiautomatico calibro 12 per il reato di alterazione di arma, esercizio venatorio in area protetta e disturbo della fauna selvatica anche in questa circostanza si procedeva al sequestro delle armi e del munizionamento. Quanto in sequestro veniva messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Per segnalazioni in danno all’ambiente comporre il numero verde 1515.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici