Maltrattamenti in famiglia, un arresto a Rodi

carabinieriI Carabinieri della Stazione di Rodi Garganico hanno tratto in arresto C. G., classe ’76, residente in Rodi Garganico, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica, poiché gravemente indiziato del reato di maltrattamenti in famiglia. Il provvedimento restrittivo è stato emesso dall’Autorità Giudiziaria, concordando con le risultanze investigative raccolte dai Carabinieri, in ordine ai reiterati comportamenti violenti e vessatori dell’uomo, consistenti in minacce e percosse, nei confronti della convivente.

Dall’attività d’indagine è risultato, infatti, che almeno dal maggio 2013, lo stesso, per futili motivi, abbia insultato, minacciato e picchiato la donna, anche in presenza dei figli minori. In particolare, il rapporto era diventato fortemente conflittuale per l’ingiustificata gelosia dell’arrestato, che accusava la convivente di relazioni con altri uomini. In una circostanza, il C. aggrediva la donna anche in presenza dei sanitari che erano intervenuti per soccorrerla a seguito dell’ennesima aggressione subita, mentre in un’altra occasione lo stesso gli graffiava le gambe ed il torace con un coltello, riferendole che in quel modo sarebbe stata più bella quando si sarebbe vestita con abiti succinti.

I Carabinieri, ricevuta la denuncia della donna, riscontravano il suo racconto attraverso i referti medici rilasciati alla vittima a seguito delle violenze patite ad opera del convivente ed alcune testimonianze. L’arrestato è stato associato al Carcere di Foggia.

4 commenti

  1. Paola Di Biase

    Ma chi è questa famiglia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici