Il Gargano piange il giovane Antonio Facenna

antonio-facenna_1Quella di Antonio è la storia di un ragazzo di 24 anni che a differenza di tanti altri aveva scelto di restare sul Gargano e di ‘sporcarsi’ le mani con un lavoro umile e faticoso. Viveva a Vico ma lavorava a Carpino, dov’era conosciutissimo. Era anche diventato il protagonista di un video di tre minuti dell’associazione Carpino Folk Festival e pubblicato dall’associazione Con il Sud nell’ambito di un concorso. “Potrei dirvi come mi chiamo, ma lo dimentichereste”, dice Antonio raccontando di sé. “La mia è una storia semplice. A Carpino con i miei genitori gestisco un piccolo consorzio familiare: produciamo caciocavallo podolico”. Facenna parla della produzione di questo prodotto unico della terra garganica. Ne parla come fosse una metafora di vita. Racconta della vacca podolica, “un animale, genuino, mite, modesto” che ha un dono, quello di bisbigliare una metafora che forse vale anche per noi meridionali:

Ed Antonio Facenna aveva tradotto questa massima in un insegnamento di vita, riuscendo a trarre il meglio dalla sua terra, dal suo Gargano, tanto da innamorarsene. E come tutti quelli che innamorati alla follia restano urlava il suo orgoglio attraverso tutte le iniziative organizzate sul territorio. Era in prima linea alla festa della transumanza, svoltasi proprio nella sua masseria, e il giorno dopo scriveva: “Alcuni dei cibi che mangiamo non sono semplicemente cibi. Sono storie. Storie complesse e affascinanti di donne e uomini che lavorano sfidando il Sole, la Terra e le legislazioni che non aiutano. Sono queste storie che danno un sapore ai cibi.”

Ed ancora sul suo profilo facebook filosofeggiava dicendo: “Essere allevatore è molto più di un mestiere, è uno stile di vita, è essere custodi di qualcosa che vale davvero la pena conservare”.

I suoi funerali si sono svolti oggi alle 16.00 nella Chiesa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo in piazza San Domenico a Vico del Gargano.

(Foto De Grandis)

3 commenti

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici