#AlluvioneGargano, ordinanza per manutenzione canali

alluvione-gargano-12In data 5 e 6 settembre 2014, precipitazioni intense e diffuse hanno investito il territorio comunale di Rodi Garganico, provocando allagamenti e danni gravissimi sulla rete viaria urbana ed extraurbana, sulle principali vie di collegamento del centro abitato (strada statale 89, strada Rodi Garganico – Lido del Sole, rete ferroviaria delle Ferrovie del Gargano)

Gli eventi hanno provocato smottamenti, frane e l’esondazione di numerosi corsi idrici superficiali interessanti il territorio comunale, con riversamento dalla foce di un notevole quantitativo di materiale detritico e ceppaie, evidenziando la necessità di adottare misure straordinarie finalizzate alla riduzione del rischio idraulico connesso al malfunzionamento della rete idraulica minore.

Considerato che al fine di una prevenzione atta a ridurre i rischi diretti ed indiretti a cui è sottoposto l’intero territorio comunale, a tutela della incolumità pubblica e privata, è necessario che fossi, scoli, canali e in generale tutti i corpi idrici superficiali della rete idraulica minore, anche nei tratti tombinati siano puliti e resi idonei allo scolo delle acque; richiamato gli artt. 913, 915, 916 e 917, 1042, 1090 del Codice Civile, relativi allo scolo delle acque, alla riparazione di sponde ed argini, alla rimozione degli ingombri in fossi ed altri alvei, agli obblighi inerenti all’uso di corsi contigui a fondi altrui, nonché alla manutenzione di canali; visto l’articolo 54 comma 4 del D. Lgs. 267 del 18.08.2000 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali” che attribuisce al Sindaco, in qualità di Ufficiale di Governo, il potere di adottare ordinanze urgenti e contingibili al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana; il Sindaco del Comune di Rodi Garganico in data 7 Ottobre 2014 ha emanato l’ordinanza n. 65 con la quale

ORDINA

a tutti i proprietari, possessori e/o detentori a qualsiasi titolo di beni immobili nel territorio del Comune di Rodi Garganico ove siano presenti corpi idrici della rete idraulica minore, o opere ed elementi della medesima, o che ne siano frontisti o che ne siano direttamente do indirettamente serviti, o a favore dei quali siano state realizzate, nonché all’ANAS, alle Ferrovie del Gargano e all’Amministrazione Provinciale di Foggia, di provvedere alla manutenzione della rete idraulica minore di loro competenza entro 30 giorni dalla pubblicazione della presente Ordinanza, mediante la pulizia di fossi, scoli, canali e dei corpi idrici superficiali della rete idraulica minore, anche nei tratti tombinati, a tutela della incolumità dei cittadini per il mantenimento del libero deflusso delle acque, contribuendo, alla riduzione del rischio idraulico del territorio.

AVVERTE

È fatta salava l’acquisizione, se dovuta, di ogni altra autorizzazione prevista per legge. Il materiale proveniente dalla pulitura degli scoli, deve essere rimosso a cura e spese degli interessati, come normale pratica agronomica e di manutenzione dei fossi di scolo di proprietà. Tali interventi dovranno essere effettuati periodicamente in modo da garantire la perfetta pulizia ed efficienza idraulica degli scoli e delle opere idrauliche connesse.

L’inosservanza della presente ordinanza comporterà, fatte salve le norme penali, l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dal D.Lgs. n. 267/2000, art. 7 bis e s.m.i. del TUEL.

1 Commento

  1. Francesca Sacco

    Perché a Peschici il Comune provvederà ai lavori di pulizia dei canali Kalena e Ulse (come leggo dall’articolo in cui si criticano i conflitti di competenza con Il Consorzio di Bonifica e il conseguente spreco di soldi) mentre a Rodi il Sindaco emana l’Ordinanza “Vedetevela voi proprietari”

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici