Sgravi agli alluvionati, inseriti anche i comuni del Gargano

renzi-alluvione-garganoSi era fatta sentire forte, in giornata, la voce del governatore della Puglia Nichi Vendola nei confronti di Matteo Renzi per l’esclusione dei comuni alluvionati del Gargano dalla geografia del territori cui erano stati concessi sgravi. In serata il governo ha fatto dietrofront. I comuni della provincia di Foggia colpiti dal maltempo tra il primo e il 6 settembre, si è appreso, beneficeranno della sospensione di versamenti e adempimenti tributari scadenti nel periodo compreso tra il primo settembre e il 20 dicembre 2014. La sospensione prevista è valida anche nei comuni della Toscana interessati dall’alluvione del 19 e 20 settembre per i versamenti del periodo compreso tra il 19 settembre e il 20 dicembre.

A prevedere la novità sono due decreti del ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan. La sospensione, specifica il ministero dell’Economia in una nota, interessa tutti i contribuenti, persone fisiche e non. «Non si dà luogo al rimborso di quanto già versato. La sospensione non si applica alle ritenute, che devono continuare ad essere operate e versate», precisa ancora il Mef. «Ci fa piacere la celerità con la quale il ministero dell’Economia, prendendo atto della esclusione del Gargano dal decreto sulla defiscalizzazione anche in seguito alla nostra comunicazione di questa mattina, vi abbia posto subito rimedio. Ora aspeettiamo di leggere il decreto» ha commentato Vendola in serata.

Sull’iniziale esclusione del Gargano dai benefici della defiscalizzazione a favore dei contribuenti colpiti dagli eventi meteorologici, per la quale in serata il Mef ha disposto la sospensione dei versamenti e degli adempimenti tributari, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, aveva scritto oggi una lettera al premier Matteo Renzi, al ministro dell’Economia Pietro Carlo Padoan, e al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio. «Appare necessario – scrive Vendola – non solo l’immediato inserimento dei comuni dell’area garganica in un nuovo decreto del Mef, ma anche la motivazione della mancata introduzione nei predetti decreti. Ciò appare dovuto alle comunità di quei territori».

Fonte: corriere.it

4 commenti

  1. Giancarlo Delle Fave

    Renzi pezzo di merda doveva cade l’aereo

  2. Max Conte

    resta un buffone !!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Carmine d

    Ma perchè non ti sei buttato?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici