Scuola, in Puglia drastico calo di alunni e cattedre

scuolaDal prossimo anno ci saranno 406 di­pendenti in meno nell’intera regione a causa di un taglio di 340 cattedre a cui si aggiunge il taglio 66 posti per tecnici, amministrativi e ausiliari. Per questi ultimi i tagli si aggiun­gono a quelli dello scorso anno, quando la scure aveva colpito i collaboratori scolastici, con una riduzione di 25 unità ri­spetto all’anno precedente. Il prossimo anno ci sarà un taglio di ulteriori 39 posti sui collabo­ratori e 17 sugli assistenti amministrativi. Secondo i sindacati le ripercussioni sull’offer­ta didattica e sulla sicurezza nei plessi saranno inevitabili.

«Nella nostra regione – dice Claudio Menga, segretario della FIc Cgil Puglia – occorre procedere con urgenza ad una revisione di parametri e tabel­le, operando dei correttivi tecnici, al fine di salvaguardare al­meno i servizi minimi di cura, accoglienza, sicurezza degli ambienti scolastici e di funzio­namento dei laboratori e delle segreterie». La nuova riduzio­ne di posti nelle scuole puglie­si è dovuta sia ai limiti imposti dal governo, che congela gli or­ganici scuola alla data del 2011, sia al decremento nel numero di alunni. Un fenome­no evidente in tutte le regioni meridionali, più volte denun­ciato dalla Cgil. «Bisogna asso­lutamente fermare questa emorragia – avverte ancora Menga – causata soprattutto dall’aumento della dispersio­ne scolastica e dalla ripresa dei flussi migratori dalle regioni del Sud verso il Nord».

1 Commento

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici