Puglia, crisi profonda dell’edilizia

cantiere-edileI dati fotografano la crisi che non risparmia nemmeno il settore edile. Crolla in Puglia il numero delle costruzioni autorizzate negli ultimi sette anni, dal 2005 al 2012. Un calo in linea con quello nazionale: si passa dal 78,8 per cento nella provincia di Foggia (con 44,3 permessi ritirati nel 2005 e solo 9,4 nel 2012) al meno 51,3 per cento del Brindi­sino dove, nel 2012, sono stati ri­tirati 14,5 permessi ogni 10 mila abitanti, poco meno della metà rispetto al 2005 (quando furono 29,8).

Stessi scenari nel resto della regione: il crollo di Taranto e Bari è rispettivamente del 71,1 per cento e del 70,3, mentre la provincia di Lecce segna un rallentamento del 62,2 per cento essendo diminuiti i permessi ogni 10mila abitanti dai 40,5 ai 15,3. “La lentezza della burocrazia denuncia il presidente Ance Pu­glia, Nicola Delle Donne è il peg­giore di tutti i mali per l’intera economia. Se in Italia occorrono 233 giorni per ottenere un permesso contro i 184 della Francia e i 97 della Germania appare chiaro come non ci sia solo il problema del mercato in crisi”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici