Nasce «Sblocca Capitanata» per rimettere in piedi l’edilizia

cantiere-edileDopo il vertice con il sindaco di Foggia e gli incontri con le varie amministrazioni locali per fare il punto della situazione sul fronte della cantieristica, presso la Confindustria di Foggia si è svolto un incontro con le organizzazioni sindacali di cate­goria promosso dall’Ance, l’associazione nazionale costruttori edili. Sblocca Capitanata infatti è l’iniziativa unitaria del settore edile della provincia di Foggia per cercare una ­risposta possibile alla perdurante cri­si del comparto delle costruzioni, peraltro attestata dai dati della Cassa Edile sulle masse salariali.

È quanto deciso appunto nell’incontro tenutosi in Confindustria Fog­gia tra il Presidente di Ance Foggia, Gerardo Biancofiore ed i segretari provinciali di Feneal Uil – Iuri Ga­lasso, Filca Cisl – Urbano Falcone e Fillea Cgil- Giovanni Tarantella. Un incontro teso a programmare le attività congiunte della categoria per i prossimi mesi, a cominciare dall’istituzione di un tavolo perma­nente che dovrà rafforzare l’impegno del settore su più fronti, con l’obiet­tivo di rilanciare attività impren­ditoriali ed occupazione. Al centro delle prime iniziative vi sono gli incontri specifici con Co­muni ed altri Enti di spesa per dar corso a quei lavori bloccati da que­stioni burocratiche o mancanza di finanziamenti, questioni in riferi­mento alle quali è opportuno raf­forzare l’interlocuzione di imprese e sindacati con la parte politica, nel rispetto reciproco di ruoli ed au­tonomia di ciascuno, ma con l’obiet­tivo di porre nella giusta ottica il comparto delle costruzioni, meritevole di maggiore considerazione an­che sulla questione della tassazione comunale dei beni merci.

Ribadita inoltre la necessità della istituzione della Stazione Unica Ap­paltante quale risposta efficace ed efficiente alle esigenze di trasparen­za, celerità ed economicità dei lavori pubblici, come pure un incontro con il commissario regionale sul dissesto idrogeologico divenuto di grande at­tualità dopo i tragici eventi allu­vionali del Gargano. L’adesione alla stazione unica appaltante, approvata dalla Provincia ormai due anni fa per le opere di propria competenza, ha registrato anche l’adesione di alcuni comuni, tra grandi e piccoli, come quello dì Carpino, Rodi Garganico e di Lucera. Su questo fronte si attende anche Foggia, come pro­messo in campagna elettorale.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici