Luoghi del cuore FAI, sale la chiesa del Crocifisso

Chiesa del Crocifisso

L’iniziativa per candidare la Chiesa del Crocifisso di Rodi Garganico tra i “Luoghi del cuore”, il censimento promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano – ha raggiunto un importante traguardo.

In questi giorni, infatti, il FAI ha certificato il superamento delle mille segnalazioni a favore della prima parrocchia cittadina di Rodi Garganico che è inaccessibile al pubblico in attesa dei lavori di restauro al suo interno. Un risultato che fa scalpore non solo perché colloca la Chiesa del Crocifisso di Rodi Garganico tra i primi dieci “luoghi del cuore” segnalati in tutta la Puglia ed al terzo posto tra quelli della provincia di Foggia, ma soprattutto perché apre nuove speranze di riaprire la chiesa al culto.

Quest’anno, infatti, in aggiunta ai primi classificati avranno una possibilità anche i luoghi che hanno ricevuto più di mille segnalazioni. Per questi beni sarà possibile presentare al FAI una richiesta di intervento secondo le linee guida che verranno diffuse nel 2015, dopo l’annuncio della classifica finale, così da garantirne il recupero come già successo per altri 25 luoghi in Italia tra chiese, monumenti, giardini, spiagge, mulini e cascine.

Un risultato storico anche per la stessa città di Rodi Garganico se si pensa che in precedenza il miglior risultato lo si ottenne nel 2012 quando vennero raccolte appena 24 segnalazioni. La classifica è ancora provvisoria, ma scorrendola si capisce che comunque vada è già un successo. Ancora di più quest’anno, quindi, è importante mobilitarsi per coinvolgere parenti, amici e conoscenti per raccogliere più segnalazioni possibili, anche valicando i confini nazionali: quante più persone si mobilitano spontaneamente per un luogo, infatti, tanto più il FAI può agire nel concreto per dare seguito alla segnalazione, sollecitando le Istituzioni locali e nazionali competenti affinché mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarlo, o intervenendo direttamente, quando possibile, nel suo recupero.

Partecipare al Censimento attraverso il proprio voto non è quindi solo un gesto d’amore per un bene a cui ci sentiamo particolarmente legati ma anche un’azione per contribuire concretamente a difendere e proteggere per sempre un luogo, così che anche le generazioni future possano goderne. Chi non avesse ancora aderito ha tempo fino al 30 Novembre 2014 per contribuire all’iniziativa sponsorizzata dalla cooperativa sociale SS. Madonna della Libera di Rodi Garganico quale comitato promotore e che ha visto un concreto impegno anche di don Michele Pio Cardone, parroco della chiesa Madre di San Nicola di Mira.

La partecipazione al censimento è completamente gratuita ed è aperta a tutti – italiani e non, minorenni e maggiorenni – e la segnalazione può essere fatta semplicemente accedendo alla scheda FAI della Chiesa del Crocifisso di Rodi Garganico.

1 Commento

  1. Santa Picazio

    Deve salire…coraggio!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici