Gabrielli, sì a stato emergenza Gargano

maltempo_rodi_2«Per quello che ho visto, per quello che il presidente Vendola mi ha raccontato, credo che ci siano le condizioni per la dichiarazione dello stato di emergenza». Ad affermarlo è stato il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, al termine dell’incontro nella prefettura di Foggia con i 14 sindaci dei comuni colpiti dalle alluvioni.

«Innanzitutto – ha detto Gabrielli – permettetemi anche all’esito dell’ incontro di oggi, con il presidente Vendola, con l’assessore Minervini, con tutti i sindaci e con il prefetto della provincia di Foggia di rivolgere un plauso al sistema di protezione civile della Regione Puglia e nello specifico del territorio garganico perché purtroppo contiamo due vittime, una non ancora recuperata. Ma se non ci fosse stato un intervento sinergico da parte di tutte le strutture sicuramente, oggi staremmo a contare un danno molto più elevato sotto il profilo delle vite umane».

«Andremo a quantificare il contributo di questa prima fase – ha continuato Gabrielli – dopo l’esito della ricognizione della regione, unitamente alle strutture comunali e alle strutture provinciali». Il capo della Protezione civile ha poi spiegato che saranno previsti interventi. Sono qui – ha concluso Gabrielli – perche’ il presidente del Consiglio mi ha chiesto di rendermi conto direttamente della dimensione del problema. C’e’ l’attenzione da parte della struttura di missione che si occupa alla Presidenza del Consiglio dei Ministri delle tematiche legate al dissesto idrogeologico».

2 commenti

  1. Il premio per i politici che non hanno previsto né prevenuto il rischio idrico e quello idrogeologico in provincia di Foggia e sul Gargano?
    Altri danari pubblici per lo stato di emergenza da gestire.
    Ma sono io che non mi spiego o sono politici e burocrati idagliani che sono del tutto incoscienti, talmente idioti (o peggio, complici) da non capire quale è la situazione reale, quali le responsabilità da perseguire e le omissioni da punire?
    Prima, si commissariano tutti i sindaci e gli enti inutili che sovrintendono, governano e distruggono il territorio e che non hanno prevenuto rischi e pericoli per le comunità ed i territori che avevano spergiurato di difendere, poi, si assegnano i fondi pubblici per aiuti d’emergenza a persone diverse da quelle e non telecomandabil a distanza dai soliti nomi e cognomi (ig)noti che imperano in provincia di Foggia da sempre, direttamente o indirettamente, in moto proprio o di terzi.
    Altrimenti premiamo chi sbaglia.
    E basta malgoverno per giunta premiato, basta.
    Altrimenti la cultura che vede una risorsa ed una ricchezza per le casse degli enti pubblici un disastro, un sisma, una alluvione verrà premiata, favorita, privilegiata.
    Ma vi rendete conto o no di quel che fate con il potere pubblico o no?
    Ma siete in grado di decidere per voi e per terzi?
    Sicuri di avere capacità di agire, intelletto, razionalità, fedeltà allo stato, spirito di sacrificio, qulità morali ed etica della responsabilità sufficienti a rispondere alle esigenze delle poltrone che ricoprite?
    Io questa vostra sicurezza non la ho.
    Io, non vedo nulla di tutto questo, anzi, vedo l’esatto opposto:
    il contrario.
    Gustavo Gesualdo

  2. Maria Pizzarelli

    …e se non è emergenza questa!!!!!!!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici