Rifiuti su rotaia, il progetto che entusiasma i Sindaci garganici

incontro-rifiuti-rotaiaSu convocazione del Sindaco dott. Nicola Pinto, lo scorso 6 Marzo nella Sala Consiliare del Comune di Rodi Garganico, si è svolta una riunione con i Sindaci del Comprensorio Garganico per discutere sull’iniziativa di trasporto dei rifiuti solidi urbani su rotaie a mezzo dei servizi gestiti dalle Ferrovie del Gargano.

All’incontro erano presenti i Sindaci dei Comuni di Rodi Garganico, San Nicandro Garganico, Peschici, Vico del Gargano, Cagnano Varano, Carpino e Ischitella, oltre che il Consigliere Regionale dott. Giuseppe Di Pumpo e, in rappresentanza delle Ferrovie del Gargano, l’ing. Daniele Giannetta e l’arch. Angelica Mazzina, che hanno illustrato il progetto di trasporto dei rifiuti su rotaie, basato su di un sistema che è già da tempo operante con successo in altre regioni italiane ed anche all’estero.

Dalla discussione è emerso che il trasporto su rotaie, concepito per servire i Comuni dell’ARO n. 5, è in grado di prevedere soluzioni differenziate per soddisfare le esigenze dei vari Enti locali interessati che, comunque, devono agire sinergicamente, pur nelle differenti situazioni territoriali, per omogeneizzare i comportamenti degli utenti in relazione alla differenziazione di rifiuti. Ingenti anche le quantità che il sistema consentirebbe di trasportare, abbattendo notevolmente i costi e realizzando un servizio eco-compatibile coerente con il Piano Paesaggistico della Regione Puglia.

Unanime la condivisione del progetto da parte dei presenti, tutti concordi anche nella necessità di chiedere ulteriori finanziamenti, oltre quello già previsto, per i lavori di adeguamento allo scopo dell’area a servizio della stazione di Ischitella che, per la sua posizione baricentrica, può essere considerata punto di convergenza per il trasferimento dei container al sito di conferimento dei Rifiuti Solidi Urbani.

A chiusura dei lavori gli Amministratori locali presenti, hanno delegato il Consigliere Regionale Dott. Giuseppe Di Pumpo, a farsi promotore per un incontro, da tenersi in tempi brevi, con gli Assessori Regionali all’Ambiente e ai Trasporti per affrontare e risolvere le problematiche connesse alla realizzazione del progetto.

4 commenti

  1. Vincenzo Caputo

    Dalle facce traspare un grande entusiasmo infatti….

  2. Michele Angelicchio

    …così ci terremo la ferrovia per i prossimi due secoli. Bella pensata…

  3. No, Michele, la ferrovia potrebbe anche avere per stazione di testa quella di Ischitella, come da noi e da altri auspicato da tempo, lasciando che da lì fino a Calenella venissero sgombrate le rotaie per fare spazio a qualcosa di diverso che contribuisse a meglio sviluppare il turismo (senza, però, che ci sia cementificazione selvaggia, ma facendo funzionare bene l’intelligenza a favore di uno sviluppo ecocompatibile con l’ambiente). Le domande sono: dove sarebbero compattati i rifiuti? Quanto tempo stazionerebbero in attesa di essere trasportati? Verso quale destinazione? Con quale frequenza? La stazione di Ischitella non è poi tanto distante dal mare: il malodore non si diffonderebbe tutt’intorno fino a raggiungere Lido del Sole, Foce Varano e, verso l’interno, la stessa Ischitella?

  4. Nel progetto illustrato durante l’incontro si è parlato di speciali container, di cui presto parleremo in maniera più approfondita, in cui stoccare i rifiuti compattati. L’operazione di compattamento e temporaneo stoccaggio potrebbe realizzarsi ad Ischitella che già dispone di 3 linee per accogliere i mezzi. La destinazione dovrebbe essere ancora Cerignola, salvo la realizzazione di altri siti nel frattempo che il progetto vada in porto.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici