Regione Puglia: «Ora demoliamo noi»

maltempo-rodi_15«Cominceremo da subito a attivare il potere sostitu­tivo nei confronti dei Comuni inerti contro l’abu­sivismo edilizio» taglia corto senza se e senza ma, An­gela Barbanente, vicepresidente della giunta Vendola e assessore all’Urbanistica.

«Si è costruito troppo e illegalmente» aveva detto il titolare della delega alla Protezione civile Minervini. La chiave di volta è in una legge regionale del 2012. Spiega la Barbanente: «Si tratta di norme destinate a prevenire e reprimere i misfatti, che soprattutto nelle province di Foggia e Lecce raggiungono livelli preoccupanti».

Il vicepresidente ti­ra fuori gli ultimi risultati nel monitoraggio degli sgor­bi nel Foggiano, e sul Gargano in particolare, l’area finita nell’occhio del ciclone: «Tra il 2010 e il 2013, da quelle parti, la violazione del­le regole è andata in scena esattamente 1.746 volte». L’assessore insiste: «per togliere qualsiasi tipo di alibi alle amministrazioni comunali, in quella stessa legge è scritto che la Regione finanzia le demolizioni delle ope­re malfatte. I municipi non possono più giustificarsi so­stenendo che vorrebbero distruggere le cose brutte e illecite, ma che non hanno quattrini per farlo».

21 commenti

  1. Rocco Rubino

    Magari!! Spero che anche questa cosa non rimanga un annuncio e basta! Se demolite, fate una cosa giusta e date lavoro a qualcuno!!

  2. Giuseppe Ventrella

    E i soldi dei condoni chi li ha presi?

  3. Daniele Russo

    Non cambierà un c…o, come al solito

  4. Giuseppe Pilon

    Daniele Russo secondo me hai doti divinatorie!

  5. Egidio Gigio Cavallone

    Spero, mi auguro, sogno il territorio garganico liberato dai ladri di bellezza e fascino.

  6. Antonio Riccardo Princigallo

    Che centra la ferrovia? Gli abusi sono altri!!

  7. Francesco Kal-El Romondia

    Un “abuso” allo sviluppo della litoranea…

  8. Antonio Castelluccia

    Parole parole parole soltanto parole. Cantava la mitica Mina!!!! Quante cazzate sento in questi momenti di grande difficoltà. Pensiamo piuttosto a come poter aiutare che ha subito danni!!!

  9. Antonio Riccardo Princigallo

    Casualmente i danni maggiori li hanno subiti gli albergatori che hanno edificato a ridosso dei torrenti…

  10. Antonio Castelluccia

    Gli edifici degli albergatori sono lì da secoli. Hanno solo subito degli interventi di ammodernamento. Purtroppo ci si dimentica dell’evento atmosferico definito eccezionale. Basta cercare colpe e responsabilità. Tutti hanno degli scheletri negli armadi. Ora si deve solo pensare a dare una mano a questa gente che ha un mutuo sulle spalle e non saprà come pagare le rate!!

  11. Antonio Riccardo Princigallo

    Non mi sembrano edifici “secolari”…il cemento armato spadroneggia!

  12. Giuseppe Ventrella

    Sono villette di inizio secolo ammodernate come dice Antonio castelluccia

  13. Antonio Castelluccia

    Io sono cresciuto in questi posti e queste strutture ci sono sempre state. Ho 54 anni…..

  14. Antonio Castelluccia

    D’accordo. In questo momento non servono!!!

  15. Daniele Russo

    Si tratta del solito evento eccezionale che mai ti aspetti e che mai pensi possa fare questi danni….gli abusi sono solo una scusa per i nostri politici del c…o che non aspettano altro che farsi belli alle spalle di chi subisce queste sciagure con sentenze e stronzate che comunque non porteranno a niente. In 70 anni mia madre non ha mai visto una cosa del genere e sono sicuro che per altri 50 anni sarà difficile che riaccada. Ora è il momento che si faccia qualcosa di concreto affinché una pioggia normale non diventi un nuovo evento eccezionale.

  16. Tonino Primavera

    date uno sguardo particolare a Peschici, Repubblica indipendente

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici