M5S: «Renzi, giù le mani dal nostro mare!»

trivellazioni-offshore-petrolioAlle dichiarazioni, ritenute “sconcertanti”, del Ministro dello sviluppo economico Federica Guidi, alla conferenza nazionale di Confindustria, sulla volontà del Governo Renzi di trivellare l’Italia alla ricerca di greggio, rispondono in maniera ferma i parlamentari pugliesi del Movimento 5 Stelle. Ad essere interessati, in Puglia, sono sia i comuni adriatici sia quelli jonici.

“Nonostante il ‘presunto nuovo’ alla guida del Paese – dichiarano deputati e senatori pugliesi 5 Stelle – ci rimpiange constatare che per il Governo, il mare non sia ancora considerato una ricchezza per milioni di persone. Una risorsa sia economica (pesca, mitilicoltura, turismo) sia per uno stile di vita migliore per i cittadini che possono godere di un paradiso naturale, in cui vi sono anche diversi siti marini di importanza comunitaria. I nostri mari, inoltre – continuano i parlamentari M5S – sono popolati a straordinarie creature, dai coralli profondi fino ad arrivare alle grandi tartarughe marine e ai delfini che ogni giorno solcano Jonio ed Adriatico, luoghi di riproduzione per alcune specie. Un tesoro, naturale ed economico, oggi messo nuovamente a rischio da attività di ricerca e coltivazione di idrocarburi. Dagli incidenti avvenuti in altre parti del mondo – ammoniscono senatori e deputati M5S – sembra che questa classe politica non voglia imparare nulla. Rimaniamo esterrefatti e sconcertati dal silenzio dei rappresentanti regionali e dei parlamentari pugliesi del PD, Forza Italia, NCD e Scelta Civica: come si può tacere di fronte a questa ennesima aggressione al nostro territorio?”.

“Ci siamo opposti fermamente a questa politica energetica basata sulle fonti fossili, inquinanti e comunque destinate ad esaurirsi. In un Paese come l’Italia, baciato dal sole e dal mare, dovrebbero essere le Fonti di Energia Rinnovabile ad esser agevolate favorendo l’autoproduzione di energia per ogni abitazione e impresa. Ma il Governo Renzi – proseguono i parlamentari pugliesi 5 Stelle – getta la maschera e mostra dietro un apparente innovazione, metodi e argomentazioni obsolete e superate. È così che il “giovane-vecchio” Renzi vuole rilanciare l’Italia? Contribuendo alla sua devastazione e correndo il rischio di compromettere attività come turismo e pesca? Ci opporremo con tutte le forze e sosterremo i cittadini che continuano a difendere i nostri territori. Renzi, giù le mani dal nostro mare!

5 commenti

  1. Sara May

    Renzi se vuoi aiutare l’ITALIA aiutala di tasca tua oppure abbassatevi lo stipendio e vedrai come si aggiustano le cose ma lasciaci stare ste meraviglie che la natura ci ha dato

  2. Antonio Cherchi

    Purtroppo il nostro mare è anche dei Balcani che hanno decretato 10 concessioni petroliferi per trivellazioni. Risultato avremo il nostro mare inquinato, in compenso potremo risparmiare sull’acquisto del petrolio.

  3. Antonio Cherchi

    Ma finiamola con la storia delle trivelle. Il mare nostro sarà trivrllato dai paesi balcanici. Avremo il nostro mare inquinato da altri, in compenso risparmiamo sul trasporto quando lo importeremo. Ma a noi serve il petrolio? Lo sanno gli ambientalisti che nel nostro vivere tutto ciò che non è legno o metallo è petrolio? Altro che energie rinnovabili. La prossima volta manifestate con i remi e a piedi. La politica lasciatela ai politici che sono tutti …..!?@?!?….

  4. Antonio Cherchi

    Basta con la storia delle trivelle. Il petrolio è indispensabile. Nella nostra vita tutto ciò che non è legno o metallo è un derivato del petrolio. Altro che energie rinnovabili. Sarebbe doveroso reperirlo in casa nostra quando fattibile. Lasciamo fuori i politici . Io mi considero cittadino del mondo e non ritengo corretto inquinare la terra e sempre la terra degli altri. Egoisti si ma ipocriti …..

  5. Antonio Cherchi

    Finiamola con la storia delle trivelle. Il petrolio è indispensabile per la nostra sopravvivenza. Nella vita di tutti i giorni tutto ciò che non è legno o metallo è un derivato del petrolio. Altro che energie rinnovabili. Avremo il nostro mare inquinato dai Paesi balcanici in compenso risparmieremo quando importeremo il petrolio che sta sotto i nostri piedi. La politica lasciatela fuori. .. li conosciamo ….Io sono un cittadino del mondo e non mi piace inquinare altrove per i miei bisogni. Essere egoisti è un conto. .. ma ipocriti. ..E manifestiamo contro le trivelle a remi o a piedi.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici