Cementificazione della piana di Calenella, cresce il fronte del dissenso

piana-calenellaBaia di Calenella, uno dei posti più incontaminati del Gargano in cui giacciono anche i siti archeologici di Monte Pucci e Macchia di Mare, questa volta potrebbe non riuscire a sfuggire alla nuova pianificazione urbanistica che l’amministrazione di Vico del Gargano, comune territorialmente competente, ha approvato in questi mesi. Come già anticipato su queste stesse pagine, sul lato sinistro della baia è infatti stata prevista la costruzione di un villaggio turistico.

Una struttura ricettiva da 300 posti con costruzioni tutte ad un piano, disposte a quarto di luna intorno ad un edificio centrale a due piani. Traffico, inquinamento, rifiuti di ogni genere e l’inevitabile deturpamento paesaggistico potrebbero quindi molto presto materializzarsi nell’ultima grande piana nel cuore del Gargano, quella che per vent’anni è sfuggita al cemento e alle lottizzazioni e che ora rischia di cambiare per sempre.

Ma non tutti sono disposti a restare indifferenti allo scippo dell’inestimabile patrimonio naturale che offre la Montagna del Sole e, tra petizioni online e tam tam mediatico, già si moltiplicano le iniziative per contrastare la lottizzazione deliberata dall’amministrazione vichese. Nel frattempo arriva anche la presa di posizione della Regione Puglia: “il piano è stato solo adottato e credo che anche il Comune di Vico debba esaminare le osservazioni che perverranno. La Regione farà una verifica di compatibilità molto rigorosa con i valori paesaggistici del luogo e mi pare che la piana di Calenella abbia una serie di tutele che non consentano la realizzazione di mega impianti turistici in quel contesto”, il messaggio sibillino indirizzato al Sindaco Sementino dall’Assessore Regionale per la tutela del territorio Angela Barbanente.

7 commenti

  1. Matteo Galullo

    NOOO!!!!!! SONO IMPAZZITI,VANNO FERMATI.COSA NON FAREBBERO PUR DI FARE SOLDI…

  2. Giuliana Cecchini

    Basta con il cemento sul Gargano!

  3. Angela Novia

    …Ma perché queste bestie di persone senza sensibilità rovinano il mondo e i paesaggi NATURALI COSì BELLI E PREZIOSIIiiiiiiiiiiiiiiiiiiii….

  4. Antonio lombardi

    Abito a venezia dal 61 sono nato a vieste. Ci torno ogni anno e mi fermo ad ammirare il paesaggio della baia di calenella. Un mozzafiato da grande bellezza. Non toglietemi anche questo, per favore. Vi prego.

  5. non è possibile che nulla si può lasciare così come natura crea tutto si crea tutto si distrugge è così che andiamo avanti in questo mondo infame Lasciare così no percheeeeeeeeeè

  6. infatti basta cemento…e’cosi bello,antico,storico ma non capiscono che rovinano tutta la sua bellezza

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici