#AlluvioneGargano: crolla produzione olive

raccolta-oliveSarà un’annata da dimenticare quella olivica 2014-15 che si sta preparando in Puglia, il calo della pro­duzione di olive risulta di oltre il 20% e le rese hanno subito un brusco ridimensionamen­to fino al 50%. E’ quanto denuncia la Coldiretti, a parzia­le conferma delle preoccupazioni de­gli agricoltori del Gargano che temo­no forti contraccolpi sulla produzione delle olive a causa degli effetti dell’alluvione di settembre.

«Unica nota positiva – commenta il presidente della Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – l’andamento del mercato dell’olio. I prezzi si attestano sui 4,5 – 4,8 euro al chilo, forse i più alti degli ultimi 10 anni, ovviamente per­ché già è tangibile in prospettiva il forte calo produttivo e grazie all’in­tensificarsi dei controlli». Sotto accusa la mancanza di trasparenza visto che quattro bottiglie di olio extravergine su cinque in vendita in Italia contengono miscele di di­versa origine, per le quali è prati­camente illeggibile la provenienza delle olive impiegate.

L’Italia è il primo importatore mondiale di olio, pro­veniente per il 74% dalla Spagna, il 15% dalla Grecia e per il 7% dalla Tunisia. Gli oli di oliva importati in Italia vengono; infatti, mescolati con quelli nazionali per acquisire, con le immagini in etichetta e sotto la copertura di marchi storici, magari ceduti all’estero, una parvenza di ita­lianità da sfruttare sui mercati na­zionali ed esteri dove sono state espor­tate 364mila tonnellate nel 2011.

2 commenti

  1. Giannangelo Pecorelli

    Puo’ darsi a mio avviso ,rivisto la mia terra nativo Vieste , invasione tra campeggi e colate di cemento , Io ricordo benissimo il ftraffico marittimo negli anni antiguerra e dopo guerra agrumi olive olio ed altro tutto di produzione locale….e ….. agrumenti mitrofi. si viveva benissimo …..Oggi Lex Agricoltura, si notano immensi territori adebiti ad ortaggi,al rovescio ……In sostituzioni Campeggi, colate di cemento stutture turistiche ,A mio avviso quei pochi alberi danno poco rendimenti…che si sentono solo soletti e abbandonati , demoralizzati.

  2. Mario Bufis

    ma non dite chiacchire non e vero che e colpa dell alluvione e propio l annata che e cosi

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici