Rodi Garganico unica Bandiera Blu di Capitanata del 2013

mare-rodi-garganicoUnico comune della Capitanata, Rodi Garganico, che per l’ennesima volta potrà far sventolare la bandiera blu, simbolo di qualità ambientale e ospitalità. Il 14 maggio il sindaco, Nicola Pinto, prenderà parte alla cerimonia di consegna dell’ambizioso “Titolo” che si svolgerà presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. La quindicesima della serie, un vero e proprio record di cui amministratori, operatori turistici e cittadini possono andare orgogliosi, essendo il risultato di programmazione e rispetto del territorio.

Le “Bandiera blu”, il riconoscimento assegnato dalla Fondazione per l’educazione ambientale sono state istituite dal FEE a partire dal 1987, l’anno europeo dell’ambiente in collaborazione con il Consorzio nazionale batterie esauste (Cobat), premia sìa il mare bello e pulito ma dà lustro e merito anche a tutta una serie di fattori che apportano valore aggiunto al territorio e alla qualità del turismo. “Bandiera Blu” è, dunque, un riconoscimento all’operato delle amministrazioni comunali rivierasche nella gestione delle tematiche ambientali, con particolare riferimento alla salvaguardia dell’ecosistema marino; assegnata ogni anno sulla base di un’approfondita analisi. In particolare, tra le dodici sezioni che compongono il questionario per ottenere il titolo, compaiono: depurazione delle acque reflue, gestione dei rifiuti, educazione ambientale e informazione, iniziative ambientali. Importante per l’assegnazione è l’elaborazione da parte dei Comuni di un piano per una eventuale emergenza ambientale e per lo sviluppo costiero: servizi igienici in numero adeguato nei pressi della spiaggia, collocamento di salvagente ed imbarcazioni di salvataggio, assoluto divieto di accesso alle auto sulla spiaggia e di campeggio non autorizzato, facile accesso alla spiaggia; la presenza sulle spiagge di contenitori per rifiuti in numero adeguato e la costante pulizia degli arenili e una continua sensibilizzazione per la raccolta differenziata. Ancora, qualità delle acque, della costa, dei servizi, misure di sicurezza ed educazione ambientale. Ancora, lo stato di conservazione del territorio e del paesaggio, la qualità dell’accoglienza, la pulizia del mare e delle spiagge, la presenza di servizi per disabili, le iniziative nel campo della gestione sostenibile del ciclo dei rifiuti, della mobilità, del risparmio idrico ed energetico e la presenza di parchi e aree marine protette, costituiscono chiari indicatori di merito. Infine, per quanto riguarda gli approdi turistici i parametri che vengono presi in considerazione sono la pulizia delle acque del porto, le fognature che non sversino nelle acque del porto; presenza di salvagente, di servizi che permettano lo smaltimento delle acque di sentina dei bagni delle imbarcazioni; infine, luci ed acqua potabile in banchina.

In conclusione un riconoscimento che non può che far bene a Rodi Garganico e all’intera “Montagna del sole”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici