Gargano Calcio, salvezza in cassaforte

gargano-calcioLa zona salvezza (senza playout nel campionato di Promozione pugliese con tre retrocessioni dirette) è ormai in tasca con 13 punti di vantaggio, ma il Gargano Calcio non vuole sentirsi appagato. Anzi, la vittoria roboante con il Locorotondo (5-1) di domenica scorsa sarà in grado di spazzare via le incertezze ed aprire un nuovo periodo in casa della matricola garganica che milita nel campionato di Promozione pugliese? Il tecnico Teodoro Vlassis ci spera. Il suo Gargano calcio, nonostante abbia fatto più che bene, ha sin qui viaggiato sulle montagne russe, ora il tecnico pretende continuità.

Con il Castellaneta, domenica prossima, sarà un test attendibile per capire le ambizioni dei ragazzi del patron Agostino Triggiani. Primo perché si tratta di una gara in cui tutto può succedere, secondo perché è uno scontro diretto nella zona nevralgica della classifica, chi vince può davvero pensare in grande. «Il successo di domenica è ossigeno puro per la classifica e ci ha ricaricato anche a livello mentale – dice Vlassis -. Ultimamente stavamo giocando bene ma i risultati non venivano, buone prestazioni, pochi punti».

Teodoro Vlassis comunque è sereno perché vede il suo Gargano Calcio in crescita. «In alcune situazioni abbiamo pagato cali di concentrazione e scarso mordente in attacco, però riguardo al gioco la squadra si esprime su buoni livelli. «Se riusciamo a trovare un po’ di continuità svoltiamo, ne sono sicuro. Il tempo c’è – dice – mancano tante giornate, un’eternità, e per giunta la classifica è corta, bastano tre o quattro risultati positivi di fila per ritrovarsi in alto». Gargano Calcio a volte spavaldo. Vlassis è categorico, con il Castellaneta esige la partita perfetta. «E’ una gara tra due belle squadre per cui sarà una gara avvincente, voglio vedere una squadra grintosa ». Circa l’obiettivo prefissato non si sbilancia più di tanto, cincischia. «Salvezza prima di tutto, e non sarà semplice poiché il torneo è complicato, straordinariamente livellato se togliamo le squadre attrezzate. Poi tutte le altre si daranno battaglia, di obiettivi ne parleremo a febbraio marzo, quando la situazione sarà più delineata». Con il Castellana non sarà facile. «Sappiamo di dover affrontare una battaglia, nessuno ci regalerà nulla – dichiara il tecnico – la squadra ha un tasso tecnico invidiabile e giocatori di grande qualità, perciò dovremo concedere poco, metterci cattiveria agonistica e mantenere la testa fredda per l’intera gara, per sfruttare ogni occasione favorevole».

Antonio Villani

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici