Gargano Calcio: nove punti nelle ultime 4 partite

presidente Gargano Calcio

Nove punti nelle ultime quattro gare con la sconfitta di Alberobello che brucia ancora. Il Gargano Calcio, ora, nel campionato di Promozione pugliese non solo vince, ma piace. Domenica scorsa ancora un altro ruggito da parte dei ragazzi del patron Agostino Triggiani con la più quotata Altamura (4 a 1 con almeno sei, sette palle gol sprecate) che continuano a risalire la classifica.

E domenica prossima il derby con il San Giovanni: Attanasio, Martella, Carretto e Papagno vogliono continuare a fare bene. E dopo il certosino lavoro messo a punto nel periodo natalizio, per la truppa del tecnico Teodoro Vlassis è tempo di serrare le fila e dare una ancora di più una svolta al proprio campionato. Guerrieri, Salerno, Di Stolfo & C. possono farlo, perché sono davvero in un momento di grazia. «Siamo ripartiti bene – dice il tecnico Vlassis – nei ragazzi vedo impegno, voglia di fare, elementi indispensabili per continuare con lo spirito giusto. Il gruppo, già buono, è stato rinforzato con acquisti mirati nel corso del mercato di dicembre, e dopo pochi giorni di lavoro posso dire di aver già buone sensazioni».

Il gruppo prima di tutto, in casa del Gargano calcio, si sa come funziona. La coesione interna è il punto di forza della società. «Penso e spero proprio di sì. Il gruppo storico è rimasto in blocco, e per natura è da sempre disposto ad accogliere i nuovi con cordialità – rimarca il tecnico –. Non vedo problemi di integrazione e il lavoro procede spedito. Poi, come da prassi, sarà il campo a dare a tutti noi le risposte che cerchiamo». Trasferta a San Giovanni (attualmente ultimo), giocando come domenica con l’Altamura la squadra di Domenico Pizzarelli e del ds Mastropaolo può centrare i tre punti. «Ma non sarà facile – ammette il tecnico Tobia Di Tonno – da parte nostra onoreremo l’impegno col massimo rispetto dell’avversario e cercando di tornare con i tre punti».

Un Gargano Calcio che gioca a memoria: Del Conte e compagni possono farcela, dopotutto la squadra ha fatto vedere di mettere in campo i concetti più semplici: palla bassa, distanze giuste, senza risparmiarsi. «Non sarà una gara come le altre – ammette Triggiani – il San Giovanni non merita l’attuale classifica e posseggono un ottimo organico. Sarà dura anche perché i gialloblu di casa devono riscattare gli ultimi passi falsi. Dobbiamo essere bravi nell’approccio mentale alla gara e non ripetere quella fatta in casa dell’Alberobello».

Antonio Villani

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici