Gargano Calcio, la volata li vede protagonisti

calcioIl ritorno in campo – dopo la sosta del campionato – offre al Gargano Calcio, che milita nel campionato di Promozione pugliese, un incontro di cartello, con una delle squadre più blasonate della categoria, quel Locorotondo che ha tanti ani di Serie D nella sua bacheca. Vecera, Attanasio, Carretto e Papagno vogliono chiudere al più presto la pratica salvezza. Ma a Rodi, dove giocano i garganici, servirà una grande partita per portare a casa un risultato positivo, che spianerebbe la strada, appunto, verso la permanenza.

ALTA TENSIONE – Mister Teodoro Vlassis ha tenuto alta la concentrazione durante la lunga pausa, ma in particolar modo nella settimana di avvicinamento alla sfida contro la formazione barese. Il trainer sta preparando con dovizia di particolari la partita apportando i dovuti accorgimenti volti a dare filo da torcere ad una squadra che fuori casa ha un ottimo ruolino di marcia nonostante la sua classifica: Vlassis vuole il successo pieno per bissare quello di quindici giorni fa in casa del Castellana. «La squadra ha assunto una precisa identità che la porta a giocare a viso aperto contro chiunque – dice – . Preparare una partita pensando prima di tutto a non prenderle potrebbe rivelarsi pericoloso. Affronteremo la gara con umiltà e tanta voglia di far bene».

VERSO IL RUSH FINALE – Il tecnico ha le idee chiare su come la propria squadra dovrà prepararsi al rush finale: «Dovremo vivere alla giornata. Ci attendono tante finali, alle quali dovremo pensare volta per volta – ricorda –. Per noi sarebbe deleterio stilare tabelle di marcia. Qualche mezzo passo falso casalingo dovrà servirci da lezione in tal senso. Commetteremmo un grosso errore se iniziassimo a guardare troppo lontano». Gli attestati di stima della società verso il suo operato non lo hanno lasciato indifferente. «Fa piacere constatare attraverso il giudizio degli altri di aver svolto un buon lavoro. Ringrazio la società per avermi dato questa opportunità. Il futuro per ora può attendere, ma posso dire di non aver alcun problema a proseguire questa esperienza anche il prossimo anno – ammette –. Ci sono tutti i presupposti per costruire qualcosa di importante».

OBBLIGATI A VINCERE – Ma ora, Teodoro Vlassis pensa alla gara di domenica. «Non abbiamo alternative – continua il trainer – giochiamo per un unico risultato: la vittoria. Non bisogna pensare agli incroci sugli altri campi, bisogna soltanto dare il massimo per vincere ». Il mister si sofferma sull’abbondanza nel reparto offensivo e sulle scelte che dovrà porre in essere: «Io sono in imbarazzo con tutti i ragazzi. Siamo 26 giocatori e tutti meriterebbero di giocare, purtroppo devo fare delle scelte e le faccio valutando una serie di fattori ovviamente sempre per il bene della Gargano Calcio. In questa rosa, secondo il mio modesto parere, non ci sono titolari o riserve, i ragazzi sono tutti dello stesso livello. L’importante è che chi subentra a partita in corso lo faccia con lo spirito giusto». Mister Vlassis ripensa all’apporto dato dai suoi Under. «Che dire, sono stati eccezionali è dire poco. La Gargano calcio – conclude – rappresenta per il panorama dilettantistico di questo territorio un buon trampolino di lancio, tutti vogliamo onorare la maglia che indossiamo».

Antonio Villani

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici