Vendola, raggiunti target spesa fondi Ue

vendola

“E’ un risultato davvero sorprendente. La Puglia, come tutte le Regioni d’Italia, aveva un target di spesa e un obiettivo di spesa che a dicembre 2013 è stato superato pienamente, sia percentualmente che dal punto di vista delle risorse economiche. Per quanto riguarda il Programma Operativo Fesr Puglia 2007/2013, il target di spesa da raggiungere a dicembre, pari ad € 2.356.286.371, è stato raggiunto e superato di oltre 128 milioni di euro; l’incremento di spesa pubblica certificata nel corso del 2013 (rispetto a dicembre 2012) è stato di 609 M€ in valore assoluto, corrispondente ad un incremento in termini percentuali del 32%. Per quanto riguarda invece il Fondo sociale europeo, il target di spesa da raggiungere, sempre al 31 ottobre, pari ad € 337.824.268,24, è stato raggiunto e superato di oltre 1 milione di euro, ossia del quasi 3%”.

Ad annunciare il raggiungimento dei target dei fondi strutturali, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola.

“Il 31 dicembre è la data indicata per il target di spesa di fine anno, secondo la regola dell’”N+2” come da regolamentazione comunitaria – ha aggiunto Vendola – entro qualche giorno quindi ci saranno i rendiconti (Fesr e Fse) di quanto hanno speso tutte le Regioni d’Italia. La Regione Puglia invece è in grado di presentarli già da oggi. E questo per me rappresenta una grande soddisfazione. Credo infatti siano molte le cose che non vanno nel Sud e in tutta Italia dal punto di vista della capacità di spendere e di come si spende e per questo credo che sia giusto che ogni singola Regione sia valutata per quello che fa e per quello che non fa”.

Per Vendola “il risultato raggiunto è di tutto rispetto”.

“In virtù di questo risultato ottenuto – ha incalzato Vendola – chiedo ancora una volta al Governo e al Ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia di toglierci il freno a mano. In questi ultimi due mesi, la Regione Puglia sarebbe stata in grado di spendere tanto, se solo non ci fossero stati i vincoli del patto di stabilità. Per noi, lo ripeto, ogni euro liberato significa un seme per fare cantiere. Fesr e Fse sono acronimi che si traducono in cantieri, lavoro e opere per migliorare la qualità della vita. Questa – ha concluso Vendola – la richiesta accorata, non polemica ma con il cuore, che faccio al Governo: consentiteci di raggiungere i nostri traguardi”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici