Il prefetto Costantini commissario della Provincia

provincia_foggiaL’ex prefetto di Foggia Fabio Costantini è il commissario della Provincia di Foggia. La decisione è maturata ieri al ministero degli Interni che aveva avviato un giro di consultazione. Adesso il prefetto di Foggia, Luisa Latella, preparerà il decreto che dovrà essere firmato dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e controfirmato dal ministro degli Interni, Angelino Alfano.

Nato ad Osimo il 20 settembre del 1940, Fabio Costantini è stato prefetto di Foggia dal 2001 al 2006. Cinque anni molto proficui alla guida del Palazzo del Governo di corso Garibaldi. Particolarmente apprezzato per il lavoro svolto su tutti i «fronti» ma soprattutto per il grande rispetto che il prefetto Costantini ha portato a Foggia e alla terra di Capitanata. Una nomina a sorpresa ma fino ad un certo punto. Evidente il fatto che il ministero abbia voluto puntare su un prefetto che aveva conoscenza dei problemi e del territorio della provincia di Foggia, anche se il compito di Costantini sarà quello di garantire l’ordinaria amministrazione da un lato e dall’altro il traghettamento dell’ente verso il nuovo ordinamento delle province (ammesso che ci sarà).

Ventiquattr ’ore di tempo in più rispetto alle previsioni quello che si è preso il ministero degli Interni che, probabilmente, ha tentato fino all’ultimo l’operazione «politica » ma il presidente Antonio Pepe non è tornato indietro rispetto alla decisione annunciata, e cioè di chiudere l’esperienza politica amministrativa a Palazzo Dogana rinunciando appunto all’incarico bis, quello del commissario, riservato ai presidenti uscenti in numerose province italiane che hanno concluso il mandato. Nei giorni scorsi si era tentata la carta della vicepresidente dell’Amministrazione, Billa Consiglio, ma «veti» incrociati ed una generale gestione non proprio serena della vicenda – a livello politico – hanno nei fatti provocato la caduta di questa candidatura. A quel punto quelle di possibili assessori della giunta Pepe non è stata presa neanche in considerazione e non poteva essere altrimenti anche per evitare la «rissa» politica. Così è stato naturale puntare tutto su un prefetto. In un primo momento erano circolati i nomi di Giuseppe Capriulo, anche lui ex prefetto di Foggia e commissario di governo per la Regione Puglia, e di Gianfranco Casilli, già vice prefetto a Foggia prima di chiudere la carriera come prefetto di Lecce. Ora si attende solo il giorno per lo scambio delle «consegne» che avverrà la prossima settimana.

Filippo Santigliano

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici