Uffici postali di San Menaio e Foce Varano: si poteva fare di più?

Poste ItalianeMonta la polemica sulla chiusura dell’ufficio postale di Foce Varano (frazione di Ischitella). Gli esponenti del partito democratico del centro garganico puntano l’indice contro le istituzioni perchè – spiegano – dopo gli sforzi, le battaglie, i movimenti popolari e l’impegno delle passate amministrazioni per dotare Foce Varano delle infrastrutture necessarie alla crescita economica e sociale, ci ritroviamo a commentare e a cercare di porre rimedio all’ennesimo sopruso perpetrato ai danni di un’intera collettività, senza che nessuna voce istituzionale si sia alzata in maniera tempestiva, né tantomeno efficace e convincente che desse l’idea della gravità della situazione. Gli unici provvedimenti adottati per il Pd sono stati le solite “letterine” di facciata, prodotte peraltro, oltre i termini dovuti perché potessero avere una benché minima efficacia”.

Una battaglia che, comunque, viene ancora sostenuta dal comitato spontaneo che, continuando a credere che non tutto sia ancora perduto, tiene accesi i riflettori su una questione che pare interessi solo i residenti. L’interrogativo è se le istituzioni abbiano fatto il possibile o se davvero credono di averlo fatto. A parere degli esponenti del partito democratico sarebbe stato opportuno coinvolgere in maniera attiva tutte le forze politiche e sociali, al fine di scongiurare il bieco proposito della direzione delle Poste, che, va detto, non può basare tutto sul profitto. La chiusura dello sportello postale a Foce Varano significa – viene sottolineato – arrecare a centinaia di persone (migliaia, durante la stagione estiva), per lo più anziani, disagi notevolissimi. Gli esponenti del Pd assicurano che continueranno a sostenere le iniziative del comitato e, nello stesso tempo, solleciteranno i vertici provinciali, regionali e nazionali a porre in essere ogni iniziativa possibile al fine di scongiurare la chiusura definitiva dell’ufficio postale di Foce Varano. E’ pur vero che la speranza è sempre l’unica a morire, ma, in questo caso, i margini per far ritornare sulle proprie posizioni i Dirigenti delle Poste sono veramente labili.

Insieme a Foce Varano c’è anche lo sportello postale di San Menaio, frazione di Vico del Gargano. I sindaci dei due Comuni, Pierino Amicarelli e Piero Colecchia, definiscono questa operazione delle Poste “Una vera e propria speculazione”, l’ennesima penalizzazione, lo svuotamento di servizi al cittadino le cui conseguenze sono ulteriori costi da parte delle comunità locali residenti a notevole distanza dai Centri di riferimento e, quindi, costretti a spostarsi per il disbrigo di pratiche e operazioni contabili, la riscossione della pensione, il pagamento di bollette e lo stesso recapito della corrispondenza.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici