SOS da tre comuni garganici: «l’erosione mangia la spiaggia»

mareggiataL’allarme dei sindaci di Ischitella (Piero Colecchia), Cagnano Varano (Nicola Tavaglione), Rodi Garganico (Nicola Pinto) sul preoccupante fenomeno dell’erosione della fascia costiera. Inviato alla Regione un documento con la richiesta di “Definire esattamente le cause dell’erosione nell’ambito della unità fisiografica di riferimento”. L’accordo prevede anche il “Coinvolgimento di altri territori contermini e la realizzazione delle opere necessarie ad arginare il fenomeno, da eseguirsi sotto l’egida regionale e in collaborazione con la comunità scientifica e con altri enti sovracomunali competenti sul territorio”.

Il fenomeno dell’erosione costiera, causato dall’innalzamento del livello medio del mare e acutizzato dalle periodiche e violente mareggiate, è ben noto alla Regione anche per gli studi eseguiti in occasione della redazione del Piano regionale delle coste. Le disastrose conseguenze riguardano sia gli aspetti paesaggistico ambientali (cancellazione di interi tratti di costa ed attacco ai delicati sistemi di dune ed aree retrodunali), sia quelli infrastrutturali (danneggiamenti di viabilità pedonale e potenziale rischio per quella stradale di rilevanza provinciale) ed economici (riduzione o totale perdita di arenili in concessione a fini turistico–ricreativi, difficoltà per i collegamenti. In località “Batteria”, sempre a Capojale, pochi giorni addietro, il mare in tempesta ha distrutto tutto e creato un clima di forte preoccupazione per quanto riguarda l’attività degli operatori turistici per la prossima stagione estiva. Tutto questo impone tempi rapidi.

Una problematica che non si ferma a Cagnano Varano, tant’è che interessa tutta la fascia costiera da Capoiale fino a San Menaio, per questo anche i sindaci di Ischitella, Rodi Garganico e Vico del Gargano stanno interessando Regione, Provincia e tanti altri Enti al fine di raccordare tutte le iniziative utili alla risoluzione definitiva della preoccupante problematica che potrebbe compromettere l’intero settore turistico-balneare garganico.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici