San Pio: dal 1º Giugno sarà ostensione permanente

San Pio: le immagini dell'ostensione canonicaE’ ufficiale: dal prossimo 1 giugno il corpo di san Pio sarà reso visibile all’esterno per il culto dei fedeli. La ostensione bis sarà perenne, vale a dire per sempre. L’ok è arrivato direttamente dalla Santa Sede, dalla congregazione dei santi presieduta dal cardinale Angelo Amato. L’annuncio è stato dato dall’ufficio stampa dei frati cappuccini ieri alle ore 12. La data del primo giugno si appresta così a diventare storica. Dopo il primo annuncio dato venti giorni fa il popolo dei devoti del frate con le stimmate era entrato in un comprensibile stato di fibrillazione. Dal convento dei Cappuccini avevano ammesso che si stava valutando la questione, visto l’incessante mole di richieste in tal senso giunte dai fedeli di tutto il mondo, compresi i gruppi di preghiera. Era circolata voce che l’inizio della ostensione potesse scattare dal 16 giugno, undicesimo anniversario della canonizzazione di padre Pio. Oggi invece arriva la ufficialità: sarà il prossimo 1 giugno, data circolata in un primo momento.

I frati e l’arcivescovo hanno ritenuto opportuno attuare tale iniziativa, spiegano dal convento, proprio nel 2013 anno della fede, certi di poter rinnovare i benefici spirituali suscitati dalla precedente ostensione (24 aprile 2008 – 24 settembre 2009). In quell’arco di tempo pari a quindici mesi –si ricorderà- l’afflusso di visitatori fu ingente. Le stime si aggirarono intorno ai dieci milioni. Fra venti giorni a presiedere all’agognata ostensione bis del corpo di san Pio ci sarà il prefetto della congregazione delle cause di santi, cardinale Angelo Amato. L’appuntamento è stato fissato alle ore 11,00 nella nuova chiesa progettata dal noto architetto Renzo Piano per la celebrazione della santa messa.

Annunciata una massiccia calata di big del Vaticano: la particolarità da segnalare, a riprova dell’attenzione riservata al frate del Gargano da parte di Sacra Romana Chiesa e che costituisce un evento senza precedenti, è la venuta in gruppo della congregazione dei santi in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo e a san Pio. E’ la prima volta, fanno notare dal convento, che si muovono in gruppo. Di solito a spostarsi è il solo prefetto. Invece per san Pio ci saranno tutti. Pertanto tra venti giorni saranno ricevuti da monsignor Michele Castoro, arcivescovo di Manfredonia-Vieste- San Giovanni Rotondo, oltre ad Amato, anche monsignor Marcello Bartolucci arcivescovo segretario della medesima congregazione ed i numerosi sacerdoti, cappuccini e diocesani.

Il corpo di san Pio sarà reso visibile sempre nello stesso punto dove si trova da tre anni – cioè dal 19 aprile del 2010 quando fu traslato – ovvero nell’intercapedine del plinto centrale della chiesa inferiore intitolata al santo più amato dagli italiani. Il corpo sarà custodito, ovviamente, in una urna di vetro. Sarà il quarto santo “visibile” dopo santa Rita da Cascia e san Ignazio in Sardegna. A breve quindi la venerazione del frate con le stimmate dovrebbe arricchirsi di un nuovo capitolo. Padre Pio come si ricorderà morì il 23 settembre del 1968. A distanza di 40 anni, il 3 marzo del 2008, il suo corpo venne riesumato.

Francesco Trotta

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici