San Giovanni Rotondo: entra nel vivo la festa per San Pio

ostensione-padre-pioDopo nove giorni di novena, la festa di san Pio entra nel vivo. La giornata si aprirà con la celebrazione eucaristica delle 11 sul sagrato all’aperto della nuova chiesa di San Pio da Pietrelcina, presieduta dal cardinale Luis Antonio G. Tagle, arcivescovo metropolita di Manila (Filippine). Nel pomeriggio, a partire però dalle ore 18, il via al programma della veglia con la classica «Liturgia dell’Accoglienza» sempre nella chiesa all’aperto di San Pio da Pietrelcina. Presiederà per l’occasione frate Francesco Langi, guardiano del convento dei Frati Minori Cappuccini di San Giovanni Rotondo e vicario provinciale della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio. La giornata si concluderà alle ore 22,30 con il pio esercizio della Via Crucis (presieduta da frate Francesco Dileo, OFM Cap. rettore del Santuario di San Pio da Pietrelcina in San Giovanni Rotondo) che condurrà il popolo dei devoti alla lunga veglia della notte tra il 22 ed il 23 quando avvenne il transito del santo più amato dagli italiani. Un quarto d’ora dopo la mezzanotte (e siamo a domani lunedì 23 settembre) il via alla solenne concelebrazione eucaristica presieduta stavolta da frate Mauro Jöhri, ministro generale dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini.

La macchina organizzativa delle celebrazioni – messasi in moto due settimane fa – ha funzionato senza intoppi. La particolarità riguarda il fatto che trattasi della prima edizione della festa dopo la nuova e permanente ostensione del corpo del frate stigmatizzato avvenuta, come si ricorderà, lo scorso 1 giugno e collocata appositamente nell’anno 2013 in quanto proclamato «Anno della Fede» dal Pontefice emerito Benedetto XVI. L’anno scorso venne il cardinale Ruini, quest’anno a presiedere alle celebrazioni arriveranno due cardinali (l’arcivescovo di Manila Tagle e il presidente emerito del Pontificio Consiglio per la Famiglia Antonelli) e nove arcivescovi. Il lungo programma della novena (durato nove giorni, ossia da sabato 14 a oggi domenica 22 settembre) si è esaurito. Oggi è tempo di veglia (domenica 22 settembre) che poi condurrà il popolo dei devoti alla festa liturgica di domani lunedì 23 settembre, incentrate sul tema del progetto pastorale del Santuario che riguarda il sacramento dell’Eucaristia con il versetto di Giovanni: «Nutriti dell’unico pane, formiamo in Cristo un solo corpo. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto».

Francesco Trotta

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici