Mafia e criminalità, sul Gargano regna lo sconforto

maria rosario maiorino“La mafia e la criminalità organizzata non si combattono solo a parole, occorrono i fatti, la collaborazione di tutti, dalle istituzioni ai semplici cittadini. Non si può sempre pretendere che devono essere solo le forze di polizia a contrastare il fenomeno”. E’ quanto detto questa mattina dal questore di Foggia, Maria Rosaria Maiorino, intervenuta alla tavola rotonda sulla legalità organizzata a Monte Sant’Angelo dalla locale amministrazione comunale nell’ambito dell’inaugurazione della mostra “L’arte contro le mafie”.

Maiorino ha ribadito che in Capitanata, nonostante il costante lavoro delle forze dell’ordine, ci sono infiltrazioni mafiose e criminali. “Un territorio bello ma martoriato dalla criminalità organizzata e dalla mafia. In provincia di Foggia – ha aggiunto il questore – ci sono vaste aree dove la gente vive in condizioni di sudditanza, dove regna il silenzio, l’omertà, lo sconforto: tutti elementi che alimentano i sistemi criminosi. Solo con il coinvolgimento di tutti forse si riuscirà a fare qualcosa”.

Saverio Serlenga

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici