Gargano libero, buona la prima

peschiciBene il primo incontro “istituzionale” del segretario di Unione Mediterranea, ieri, a Peschici, il comune garganico che, con altri sei paesi vicini, per protestare contro l’abbandono dello Stato, ha lanciato la provocatoria proposta di un referendum popolare per separarsi dall’Italia.

Introdotto da Raffaele Vescera, Marco Esposito, alla presenza del sindaco Franco Tavaglione, dell’assessore Donato Di Milo, del responsabile di Gargano Libero, Raffaele Vigilante e dei rappresentanti dell’associazione viestana “Sentimento Meridiano”, ha rapportato l’emarginazione dell’area garganica a quella più generale del Mezzogiorno.

Il recente rapporto Svimez, che certifica l’irreversibile caduta socio-economica del Sud, ha dato maggiore forza alla proposta di Unione Mediterranea di pensare, per le prossime elezioni europee, ad una lista meridionalista che riunisca comitati e associazioni che si battono per la difesa del Sud, insieme ad eminenti personalità meridionali. La proposta è stata accolta con molto interesse dagli amministratori e dai cittadini presenti all’incontro.

Prossima tappa, per associazioni e comitati, al palasport di Orta di Atella, venerdì 25 ottobre, dove Pino Aprile, nel presentare il suo nuovo libro “Il Sud Puzza. Storia di vergogna ed orgoglio” lancerà la proposta della “rete” dei movimenti meridionali.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici