Gargano, in arrivo la nave scuola Palinuro

Isole-TremitiNeppure il tempo di ultimare la Campagna di ricerca RICAMAR nel Golfo di Pozzuoli con la nave Ammiraglio Magnaghi, unita’ Idro-oceanografica d’altura della Marina Militare, e subito parte una nuova missione scientifica che vede insieme ancora una volta la Marina Militare e l’Ingv nel monitoraggio dei mari italiani. Questa volta l’area operativa e’ quella del promontorio del Gargano. Sara’ la prestigiosa nave scuola Palinuro a ospitare 7 giovani ricercatori dell’INGV appartenenti all’unita’ ‘Geofisica e Tecnologie Marine’ di Porto Venere. Si tratta di giovani destinatari di ‘assegno di ricerca’, laureati in varie discipline (fra loro ingegneri, fisici, astrofisici, geologi, ecc.), finanziato dal Fondo Sociale Europeo a seguito di un bando della Regione Liguria. Questi giovani ricercatori partecipano a diversi progetti di ricerca e innovazione tecnologica con aziende del Distretto Ligure delle Tecnologie Marine che hanno sede nella citta’ di La Spezia.

Il programma di ricerca che sara’ svolto a bordo dello storico veliero si concentrera’ principalmente sul campionamento e sulla misura di alcuni parametri fisici della colonna d’acqua al fine di censire possibili risalite di sorgenti di acqua dolce presenti nell’areale marino e costiero la’ dove sono presenti effetti carsici. Contestualmente, saranno effettuate a bordo di nave Palinuro alcune misure con sistemi gravito-inerziali sperimentali, inizialmente ideati per applicazioni spaziali, che verranno utilizzati per la misura delle sollecitazioni alle quali e’ soggetta la nave durante la navigazione. I giovani si avvarranno dell’esperienza del personale di bordo per l’esecuzione dei campionamenti e per l’esercizio dell’arte marinaresca. Anche questa attivita’ scientifica si inserisce nel quadro delle collaborazioni in atto tra la Marina Militare e l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, attivate da circa una decina di anni nell’ambito di un accordo denominato CONAGEM (Coordinamento Nazionale di Geofisica Marina) e che, dal suo avvio, ha portato a oltre quindici missioni scientifiche condotte in maniera congiunta.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici