Avvocati di Vieste contrari alla re-istituzione del Tribunale lucerino

chiusura-tribunale-luceraGli Avvocati di Vieste, anticipando lo stato di particolare agitazione che ha coinvolto la cittadinanza e l’intero mondo produttivo locale (come noto la cittadina garganica si colloca al primo posto in Puglia per ricettività turistica), esprimono sdegno e preoccupazione per la notizia diffusasi qualche giorno fa, secondo la quale la Commissione giustizia del Senato avrebbe avallato l’ipotesi di (re)istituzione del Tribunale di Lucera.

Ciò che maggiormente preoccupa è l’ipotesi che vorrebbe il comune di Vieste “accorpato” al Circondario di Lucera, città che dista non solo 18 Km da Foggia (già sede di Tribunale) ma, -più essenzialmente- ben 120 Km dal comune garganico.

Detta previsione sarebbe giustificata – tra l’altro- al fine di evitare “l’attribuzione di costi che i cittadini sarebbero chiamati ad affrontare qualora sarebbero costretti ad assumere come punto di riferimento giudiziario soltanto Foggia”. Detta motivazione non solo appare oltremodo sconsiderata, ma palesemente errata ed illogica ove si consideri la maggior distanza che i cittadini viestani sarebbero costretti ad affrontare (circa 60 Km tra andata e ritorno), rispetto alla sede di Foggia; in assenza di collegamenti diretti e raggiungibile in tre ore e mezza circa (per tratta).

E’ evidente, pertanto, che siffatte “giustificazioni” sono da ritenersi utili solo e soltanto agli scopi di chi, in maniera tanto pervicace quanto scriteriata, si ostina a voler garantire interessi particolari, sino a ritenere di poter effettuare operazioni di facile perimetrazione, prescindendo dall’opinione di un’intera comunità ed in barba ai disagi e maggior costi economici che operatori, infermi, anziani, disabili e cittadini in genere dovranno sopportare.

All’entusiasmo del senatore Maurizio Buccarella, persona del tutto sconosciuta a questo territorio, o di altri soggetti e colleghi che da tempo hanno assunto il ruolo di “paladini della causa sveva”, gli Avvocati di Vieste e, con loro l’intera comunità viestana, esprimono fortissimo dissenso e dura condanna all’insensata trovata legislativa che, laddove protratta, costringerà all’inevitabile alzata di scudi con concrete iniziative di dissenso, di grado pari alla scelleratezza mostrata da quanti – da Lucera a Roma – giocano con il pallottoliere e con la vita degli altri.

a cura degli Avvocati del Foro di Vieste

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici