Allarme nel Gargano: dopo i tribunali è la volta delle postazioni del 118

ambulanza 118Allarme rientrato. Per ora. Sul riordino delle postazioni del 118, i sindaci del Gargano nord – dopo aver acceso i dovuti riflettori nei giorni scorsi, ieri sono stati rassicurati dal diret­tore generale dell’ Asl Attilio Manfrini. Per cui, al momento, tutto resta bloccato. Ma, sia chia­ro, si continua a vigilare.

Sul Gar­gano – a quanto pare – le emergenze non paiono finire mai. Non è an­cora terminata – anzi è ancora in corso – quella sulla soppressione dei tribunali periferici con cortei di protesta e manifestazioni ecla­tanti (ma l’esito non è stato pur­troppo quello sperato) e subito se n’è aperta un’altra. Non certo meno importante, anzi …. Riguarda il servizio sanitario. Più preci­samente quello del 118. Il cui rior­dino, va premesso, è all’attenzio­ne della Regione Puglia. Ma cosa è accaduto? Che nei giorni scorsi sul sito barese di un quotidiano è circolata una proposta di riordi­no delle postazioni di pronto soc­corso. Che se applicata, avrebbe di certo creato un disagio insop­portabile per le popolazioni garganiche.

Da qui la preoccupazio­ne e l’allarme dei sindaci. Che “allenati” in questi ultimi tempi a “fare squadra” per via delle ma­nifestazioni congiunte per evitare la chiusura della sezione periferica del Tribunale di Rodi, hanno semplicemente spostato il tiro delle loro attenzioni dal fron­te giudiziario a quello sanitario. Un rapido consulto e via alla ri­chiesta indirizzata al direttore ge­nerale dell’ Asl Attilio Manfrini di un incontro per chiedere spie­gazioni. L’incontro si è tenuto ieri presso il Palazzo di Città del Co­mune di Vico del Gargano. Pre­senti i sindaci di Vico del Gargano, Ischitella, Carpino, Rodi Garganico e Peschici (mancava­no Cagnano Varano e Vieste, ma Manfrini si era incontrato già con Ersilia Nobile in mattinata prima di arrivare a Vico).

Manfrini – raccontano i sindaci – ha rassicu­rato tutti in merito, invitandoli a non tener contro di quella pro­posta circolata e puntualizzando nel contempo di non essere “fa­rina del sacco” dell’Asl. L’esito dell’incontro è stato definito mo­deratamente soddisfacente dai primi cittadini. Una volta rien­trato l’allarme, l’occasione forni­to dall’incontro ha dato anche lo spunto a tutti i convenuti al tavolo di passare ad una disamina ge­nerale della razionalizzazione dei servizi sanitari sul Gargano. A tal proposito è stato deciso di con­vocare per lunedì 14 la conferenza dei sindaci del Gargano nord.

Francesco Trotta

3 commenti

  1. Annunziata Colafrancesco

    Ma un pellegrinaggio di tutta la Comunità a Lourdes no?

  2. Annunziata Colafrancesco

    Anche un congresso di Esorcisti organizzato nel centro del paese non sarebbe male…

  3. Annunziata Colafrancesco

    Naturalmente con annessa preghiera di Liberazione Finale…Non si sa mai, dinegare credenze popolari legate a potenziali malefici proferiti nei confronti della popolazione Rodiana, potrebbe essere una contigenza da non sottovalutare, visto il susseguirsi macabro di liete notizie al contrario. Ahahahahahaa ….Su dai, per tirare un pò su il morale.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici