Premio «Saccia», i migliori vanno tutti in passerella

premio-saccia-2012Ennesimo successo del “Premio Antonio Saccia” che ancora una volta diventa una rassegna importante per premiare i “Migliori” del 2012 alla presenza della autorità politiche, religiose e militari. Nell’Auditorium Fiorentino a Rodi Garganico, comè ormai consuetudine, hanno sfilato i premiati, quelli che hanno “il Coraggio”. Ed è stato proprio “Il Coraggio” il tema dominante del Premio di quest’anno. Nel corso della manifestazione è stato assegnato un riconoscimento particolare alla trasmissione “Report” di Rai Tre, programma che con le sue inchieste ha prodotto una forte reazione e presa di coscienza dell’opinione pubblica, sulle note vicende di mala gestione della cosa pubblica, sull’ ingerenza nella vita pubblica dei poteri forti, ai privilegi delle “Caste”. Bernardo Iovene, il giornalista del pool della Gabanelli, è stato intervistato da alcuni giornalisti ed ha spiegato come si lavora all’interno della redazione del programma. Iovene, va ricordato, ha partecipato a tutte le edizioni del programma fin dal lontano 1994. Ha collaborato, nelle soste di “Report”, a numerosi altri programmi Rai in Italia e all’estero. Tra i riconoscimenti, il Premio Ilaria Alpi con il reportage “Modulazione di frequenze”. Iovene è stato definito “Il Tenente Colombo del giornalismo italiano”, per la capacità di affrontare i protagonisti delle sue inchieste mettendoli nella condizione di rivelare le malefatte”.

Premio particolare anche al garganico Fabio Angelicchio de “La7”. Angelicchio, vichese doc, conduttore e giornalista dei Tg dell’emittente è molto legato alla sua terra. Premio speciale “Il Belvedere” al centauro Michele Pirro che ha raccolto numerosi successi nella Moto Gp. Emozionato il centuro di San Giovanni che ha ricevuto applausi a scena aperta dal numeroso pubblico presente in sala. Premio alla “Memoria” a Lucio Dalla. E poi riconoscimenti per Mario Vitadamo, scultore di Cagnano Varano, Michele Buo, imprenditore turistico di Ischitella, Giuseppe Vescera, imprenditore turistico di Vieste ai Fratelli Biscotti, maestri artigiani di ceramiche Frammichele di Peschici e poi ancora tanti altri premiati tra cui tantissime associazioni di volontariato del Promontorio.

Premio anche per il “consorzio calcistico” Gargano calcio e le associazioni: “Un Cane Per Amico” di Ischitella, “Giacche Verdi” di Vico, “Usd Gargano Calcio”, Agesci di Sannicandro, “Gruppo Protezione Civile” di Cagnano, l’Asd Peschici, “Punto A Capo” delle Isole Tremiti, l’associazione “Oasis” di Mattinata, il Corpo Bandistico Cittadino di Carpino, l’associazione “Presepe Vivente” di Rignano, la “Angeli “H” di Vieste, la “Clan Di Cocktail ” di San Giovanni Rotondo, il gruppo “ Avis” di San Marco In Lamis e l’associazione “Obiettivo Gargano” di Monte Sant’Angelo.

Settimo appuntamento, quindi, che si rinnova l’ultimo sabato prima di Natale. Un premio, quello in ricordo di “Antonio Saccia“, che consente alle comunità del Gargano di ritrovarsi per celebrare quanti con lavoro e dedizione hanno consentito sviluppo e progresso al territorio. Questo evento, nato nel 2005 su iniziativa de “Il Belvedere”, grazie alla straordinaria partecipazione di tutte la rappresentanze istituzionali del Gargano, coinvolte nelle “nomination” dei premiati , si è dato modo di accrescere l’importanza del Premio e il valore simbolico che si vuole attribuire. [A.L.S.]

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici