Educare con San Giovanni Bosco nell’anno della fede

san-giovanni-bosco-2013Rilevante organizzazione anche quest’anno in occasione della festa di San Giovanni Bosco a Rodi Garganico nella Chiesa Madre di San Nicola di Mira. Il parroco don Michele Pio Cardone molto vicino ai giovani rodiani nel presentare il programma della festa ha detto: “Oggi più che mai la figura di San Giovanni Bosco è fondamentale, in tempi dominati da quella che il Papa saggiamente chiama emergenza educativa, le sue enormi qualità educative e formative ancor oggi sono sotto gli occhi di tutti, non è sbagliato definirlo un grande santo della contemporaneità. San Giovanni Bosco intuì che senza bontà, senza una sana dose di saggezza, non si educa e che i metodi bruschi non servono a nulla. Indubbiamente non fu mai incline al lassismo o alla indulgenza, ma seppe saggiamente coniugare rigore, rispetto delle regole con i modi gentili ed amorevoli.

La sua fu la prova tangibile che non è possibile educare bene senza fede, amore e rispetto. L’amore appiana tante situazioni difficili ed un tocco di dolcezza sa facilitare molto i rapporti umani. Ecco, la forza dirompente del sorriso e della comprensione. San Giovanni Bosco attribuì grande importanza ai ragazzi. Comprese con largo anticipo che la società ha bisogno di ragazzi seri, ma educati e preparati e che senza un nuovo umanesimo, coniugato a rigorosa preparazione, non si va da nessuna parte. Valorizzò il mondo delle parrocchie che contribuirono a togliere letteralmente dalla strada molti ragazzi con la centralità dei cortili e degli oratori. Oggi sentiamo la mancanza dei vecchi e cari oratori quando le parrocchie erano autentici e grandi centri di raccolta. Non che la colpa oggi sia dei parroci, ma di una società che cerca di sminuire il valore e la forza di unione delle parrocchie che, fortunatamente, grazie a bravi preti, stanno recuperando la loro centralità.

Insomma, San Giovanni Bosco fu un instancabile santo educatore, a tutto campo e persona dotata di enorme cuore e sensibilità. Oggi in tema educativo avremmo bisogno di tanta gente come lui e dei suoi valori”. Il parroco nell’esortare noi giovani ad amare San Giovanni Bosco e in lui Gesù ci ha invitati ad essere coraggiosi testimoni del Vangelo e ci ha comunicato che il 30 gennaio sarà presente in occasione del suo 16° anniversario di sacerdozio nella Chiesa Madre di San Nicola il sacerdote che lo ha aiutato nel suo cammino vocazionale don Tonino Baldi, parroco della Parrocchia Gesù Buon Pastore a Vieste che celebrerà la Santa Messa alle ore 18.00. Dopo la Messa i giovani della Parrocchia Gesù Buon Pastore di Vieste con la regia e la collaborazione degli adulti presenteranno San Giovanni Bosco Santo di Dio Santo dei giovani Musical di Piero Castellacci e Renato Biagioli. Mentre il 31 giorno della festa di San Giovanni Bosco a parlare ai ragazzi e ai giovani ci sarà don Matteo Troiano parroco della Parrocchia Santa Maria Maggiore a Ischitella. Noi tutti abbiamo accolto le sue parole con grande entusiasmo.

Nicola Falcone

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici