Assaggi «chiavi in mano» al salone del gusto

fiera-gusto_1Davanti ai banchi della fiera del gusto i turisti scoprono novità in vetrina introvabili altrove. E così il “cioccorum”, il limone femminello, la fava di Carpino e la rughetta coltivata ma che sa tanto di selvatica, diventano le attrazioni di una manifestazione ambasciatrice delle produzioni tipiche daune, d’estate come d’inverno dal momento che si replica anche a marzo alla fiera di Foggia. Per quattro giorni gli stand affacciati sul porto turistico di Rodi Garganico sono stati visitati da circa 20mila curiosi, attratti dalla schiera di stand e dalle prelibatezze locali in quell’autentico cooking-show che è stato il punto di ristoro dello chef Mario Falco, presidente dell’associazione italiana cuochi e gran cerimoniere nell’accompagnare i turisti ai piaceri e agli odori della cucina locale.

Con Falco si sono alternate sulla platea delle degustazioni le Masserie didattiche del territorio, ognuna portatrice di prodotti tipici e di una testimonianza della gastronomia locale che ha abbracciato tutti gli angoli della Capitanata. E’ stata una rassegna all’insegna della leggerezza, che ha avuto come comune denominatore la cucina del territorio, per una promozione “chiavi in mano” dal sapore genuino e casereccio come avviene nelle feste di paese. «I turisti assaggiano, poi se piace comprano», rispondono gli operatori della ristorazione candelese che hanno dedicato al salone un colorato e sonoro stand fra canzoni e tarantelle della tradizione folk.

Nonostante la crisi, la presenza dei turisti è stata «al di sopra delle aspettative», spiegano gli organizzatori della Solution group anche se la crisi ha un po’ limato le vendite e qualche assaggiatore è tornato a casa senza aver fatto acquisti. «Segno dei tempi – rispondeva sabato un commerciante – un anno fa a metà salone ero tornato in azienda, a Foggia, per fare scorte di nuova merce e quest’anno non si è ripetuto». Cittadini e turisti insomma molto più parsimoniosi, ma l’immagine di questa fiera resta comunque festosa e variopinta come una cartolina d’auguri.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici