Tre arresti per bancarotta fraudolenta nel settore alberghiero

guardia-di-finanzaNella mattinata di ieri, i Finanzieri della Compagnia di San Severo hanno eseguito tre provvedimenti di arresti domiciliari – emessi dal G.I.P. presso il Tribunale di Lucera, dott. Marco Giacomo Ferrucci – nei confronti di altrettanti imprenditori di Vico del Gargano in ordine al reato di reato di bancarotta fraudolenta e tentata truffa ai danni del bilancio dello Stato.

Il provvedimento cautelare ha riguardato Di Lalla Marilena di anni 43, Di Lalla Maria Grazia Antonella di anni 47 e Saccia Emilia Rosa Antonia di anni 71, tutte originarie di Vico del Gargano (FG).

In particolare, dalle indagini, coordinate direttamente dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lucera, dott. Domenico Seccia, con l’ausilio della locale sezione di P.G., è emerso che gli indagati avevano fraudolentemente richiesto finanziamenti agevolati – quali incentivi finalizzati a promuovere programmi di investimento, nelle aree depresse, ex legge 488/92 – per un importo pari ad € 1.850.000.

Dopo aver incassato la metà del finanziamento, che sarebbe servito per la realizzazione di un villaggio turistico, con annesso albergo a 5 stelle, in località San Menaio, i tre imprenditori hanno cagionato il fallimento della società interessata.

Inoltre, nell’ambito della conseguente procedura fallimentare, i finanzieri hanno accertato che gli arrestati hanno anche distratto – ai danni dei creditori e dell’erario – i beni delle società per un valore pari a € 1.650.000.

1 Commento

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici