Rodi Garganico: è di nuovo «far west»

Porto turistico di Rodi GarganicoQuesta volta a finire nel mirino della malavita sono stati due dipendenti del porto turistico: nella tarda serata di ieri, intorno alle 22.30 circa, contro l’appartamento preso in fitto dai due, al Quartiere Fontana, sono stati esplosi colpi di fucile a pallettoni, in perfetto stile mafioso. Il ragioniere della Cidonio Spa, azienda costruttrice e gestrice del porto turistico Marina di Rodi Garganico, è stato ferito ad una spalla. Immediatamente trasportato presso la struttura medica locale, è stato dichiarato fuori pericolo. E come se non bastasse, sempre ieri sera, è stata data alle fiamme la cabina elettrica del campo sportivo.

Così, dopo la lunga serie di attentati a consiglieri comunali ed amministratori, ecco la recrudescenza criminosa farla da padrona nella bella città del Gargano. Gli ultimi episodi di violenza accaduti ieri sera sconfessano anche l’impegno professato da forze dell’ordine e istituzioni (si ricorderà il vertice convocato nei mesi scorsi dal Prefetto per rafforzare il controllo del territorio) per prevenire e reprimere criminalità e malaffare. D’altra parte, quale segnale di presidio del territorio si vuole dare se persino il Tribunale di Rodi Garganico viene inesorabilmente chiuso?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici