Presentato il piano strategico per la salute nelle scuole della Puglia

scuolaPresentato ieri il catalogo del piano strategico per la salute nelle scuole. Sono intervenuti, con il presidente Vendola, gli assessori Gentile (Welfare) e Sasso (Istruzione). Nato dalla sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra l’assessorato alle Politiche della salute e l’Ufficio scolastico regionale della Puglia, che nel 2011 hanno deciso di condividere un percorso sui temi della prevenzione e promozione della salute nelle scuole secondo un modello di governance interistituzionale, il “Piano strategico” è l’espressione di una chiara visione delle politiche sanitarie della Regione Puglia.

“Oggi – ha spiegato Gentile – chi si affanna quotidianamente a rispondere alla domanda di salute dei pugliesi, vive un conflitto straordinariamente doloroso. Ma io credo che questo sia il tempo della consapevolezza e del dovere di ognuno di tutelare la propria salute. Per questo crediamo che con questo percorso nelle scuole, costruiremo salute per i prossimi dieci anni”. Per Gentile, “dobbiamo promuovere la dieta mediterranea, anche attraverso sinergie fra i vari anelli del sistema, per la costruzione di una filiera del benessere”. “Dobbiamo insegnare ai bambini – ha aggiunto – a vedere meno la tv e a fare più attività fisica che migliora anche le relazioni sociali”. “Con una corretta alimentazione fin da bambini – ha concluso – possiamo prevenire l’insorgere di molte patologie, come il diabete, l’ipertensione e l’arteriosclerosi”. I progetti più seguiti l’anno scorso, sono stati quelli relativi alla prevenzione del tabagismo, alla corretta alimentazione e alla lotta alla sedentarietà.

Tra i progetti “gioiello”, che sono presenti anche nel padiglione della Regione Puglia (n° 152) in Fiera del Levante, ci sono “Dal palcoscenico alla realtà” e “Sbam”. Il primo, per la promozione della sicurezza negli ambienti di lavoro, coinvolge il teatro Kismet di Bari: gli studenti delle scuole superiori, assistono allo spettacolo “Vite spezzate”, tratto dai Quaderni della prevenzione (Regione Puglia-Inail) e nei giorni successivi partecipano a incontri e dibattiti con tutor selezionati tra gli operatori delle Asl e i tecnici Inail esperti nell’accertamento dei rischi. In una terza fase, gli studenti sono chiamati a partecipare a un concorso che li vedrà impegnati nella realizzazione di cortometraggi, racconti brevi e micro-clip. Il progetto “Sbam” (sport, benessere, alimentazione, mobilità e scuole), promuove invece tra gli alunni delle scuole elementari, corrette scelte alimentari e uno stile di vita attivo per combattere, tra l’altro, l’obesità e le patologie ad essa correlate. “Sono molto contenta – ha detto Sasso – della risposta da parte delle scuole pugliesi che sono abituate ad aderire a iniziative: penso a ‘Diritti a scuola’ e ai progetti sulla legalità. Con questo progetto, confermiamo l’idea che la scuola è lo spazio di vita dei ragazzi, dove si costruiscono valori. Ma soprattutto dimostriamo che la scuola non è un costo bensì un investimento”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici