Tumori: in Puglia 15 mila casi ogni anno

cellule-tumore”Ogni anno in Puglia 15.000 persone si ammalano di tumore”. E’ uno dei dati resi noti dall’Aiom (Associazione italiana di oncologia medica) che ha fatto un sondaggio regionale e che ritiene che sia necessaria più vigilanza sui farmaci ‘Biosimilari’.

L’esito del sondaggio è stato presentato oggi nel seminario ”Biosimilari da anticorpi monoclonali in oncologia. La sicurezza del paziente prima di tutto”, che si svolge nella sede dell’Asl di Brindisi.

Un farmaco biosimilare è una versione “alternativa” di un farmaco biologico già autorizzato per uso clinico (detto farmaco originatore) al quale sia analogo per caratteristiche fisico-chimiche, efficacia clinica e sicurezza sulla base di studi di confronto.

Poiché i farmaci biosimilari non sono ideati per essere superiori ai rispettivi originatori, il maggior vantaggio legato al loro uso è la riduzione dei costi. Questo punto è molto controverso perché pone il medico che prescrive il farmaco dinanzi al dilemma se optare sempre e comunque per il prodotto originale – nell’interesse esclusivo della salute del paziente – o se sostituirlo in maniera completa o parziale con un biosimilare. La questione può diventare ancora più complessa, anche sotto il profilo etico, se si considera che mediante il principio dell’estrapolazione dei dati clinici c’è il rischio che con il biosimilare possa non essere garantita la stessa efficacia in tutte le indicazioni terapeutiche e che anche i dati sulla sicurezza possano essere meno accurati e robusti rispetto all’originatore.

La questione è particolarmente controversa per quanto riguarda i farmaci biosimilari di anticorpi monoclonali. Infatti per questi farmaci molto complessi e ad elevata tecnologia produttiva non è ancora del tutto definito in maniera inequivocabile se gli end-point clinici siano valutati in maniera adeguata e se quindi i farmaci biosimilari di anticorpi monoclonali offrano garanzie di sufficiente efficacia e sicurezza.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici